“Arriverà anche domani”, il nuovo libro di Anna Faiola

Chi fa da spalla a Dio nel momento del bisogno?

0 240

 

Dio ha bisogno di aiutanti per cambiare il mondo?

Questa domanda venne spontanea ad Anna Faiola, Napoli, classe 1993, già autrice del libro Ho chiesto rifugio al mondo (Edizioni La Gru), vincitore del Premio Caivano 2019, e del racconto Sono Aisha, e sono nera nera (Racconti Campani – Historica Edizioni). Una domenica mattina uscì di casa alle 8:30, come suo solito per portare a spasso il cane, quando d’improvviso ebbe un capogiro. Si recò nel luogo più vicino, la chiesa del paese, per riprendersi. Una volta dentro si sedette e, circondata dall’odore acre dell’incenso, le venne un pensiero: lei aveva trovato ristoro in quel luogo sacro, ma Dio, presso chi cerca rifugio Dio quando si sente spossato dal carico che quotidianamente deve gestire?

La risposta si trova nel libro Arriverà anche domani (acquistabile qui), pubblicato da Eretica Edizioni, con la copertina disegnata da Federica Guidobaldi. I protagonisti sono tre: Beth è una ragazza “sorda per metà”, incapace di udire alcun suono che non sia legato alla musica classica, Mindy è decisa a suicidarsi, ma prima di consegnarsi all’oblio vuole vedere pubblicato il suo manoscritto e infine c’è Nick, “l’assistente di Dio”, appellativo che s’è dato dopo aver trovato casualmente un’agenda con scritto “aiutateci a cambiare il mondo”.

Non so se Tu esisti, ma so che mi hai regalato quest’agenda perché da piccolo ti ho detto che ci sono troppe cose che non vanno e che bisognerebbe riscriverle da capo. Dicono che sei ovunque, ma qualche ovunque ti sfugge, ed è normale, io stesso non conosco tutti gli angoli di casa, figuriamoci Tu quelli del mondo. Ti aiuterò risolvere un po’ di problemi. Da quella notte ho iniziato a prendere appunti per Dio.
(Nick, Arriverà anche domani)
Arriverà anche domani

Beth, Mindy e Nick, complice un temporale improvviso, s’incontrano in una chiesa nascosta tra le colline della Toscana. Da qui ha inizio il viaggio per salvare il mondo, accompagnato da alcune figure che potrebbero apparire di sfondo ma, come insegnano i libri di Haruki Murakami, nessuno giunge mai sul nostro cammino per caso: fanno la loro comparsa due anziani alle prese con una guerra finita da un pezzo, cadenzata nei ricordi dall’Alzheimer, poi un chimico e suo fratello che combattono il cambiamento climatico e infine una madre che, sostenuta dalla figlia e da un cavallo viola, lotta per salvare gli animali dai soprusi degli uomini. Tutti loro si ritroveranno, alla fine della storia, sul Ponte Morandi, e chissà quale epilogo li aspetta. E Dio, cosa penserà Dio davanti alle intenzioni di questi piccoli uomini, che a loro modo stanno cercando di concretizzare la loro idea di mondo?

Io credo che occorra spingersi oltre i propri limiti, oltre le proprie paure e, anzitutto, oltre la propria comfort-zone. Non dobbiamo mai smettere di ricordare ciò che eravamo ieri, vivere ciò che siamo oggi ma, soprattutto, sognare ciò che saremo domani. Dobbiamo essere eroi, i nostri eroi e quelli degli altri (Anna Faiola, autrice di Arriverà anche domani)

Isabella Garanzini per ArtSpecialDay

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.