Michelangelo Antonioni, non solo regista

0 1.247

Michelangelo Antonioni artista anche su tela e non solo su pellicola.

Un tempo un artista tendeva ad esserlo non esclusivamente in un campo, ma lo si definiva tale solo se le sue capacità sconfinavano in più ambiti: un pittore sapeva realizzare anche sculture, una ballerina era in grado di cimentarsi nel canto e quasi sicuramente un poeta riusciva scrivere testi in prosa. Oggi invece il significato di artista è solitamente più ristretto e una persona che si vanta di quell’appellativo lo fa in riferimento ad un’unica abilità.
Invito-Antonioni_web_670-min_0C’è però chi è talmente geniale ed eclettico che non riesce a confinare la sua bravura in un unico campo ma deve per forza, anche se in misura minore, espanderla anche ad altri. Tra questi geni moderni troviamo il famosissimo regista Michelangelo Antonioni che pur essendo noto ai più solo per il suo lavoro dietro alla macchina da presa, nel corso della sua vita fu anche sceneggiatore, montatore, scrittore e pittore.

Nonostante a molti sia ignoto, la pittura fu infatti una delle grandi passioni che accompagnarono la vita di Antonioni dai tempi dell’università, quando vinse il Littoriale di cultura ed arte, fino agli ultimi anni della sua vita, nei quali, dopo aver abbandonato il cinema, si dedicò anima e corpo all’attività pittorica.

Attraverso la pittura, in maniera continuativa ma anche diversa dal lavoro che aveva fatto con i film, era riuscito infatti a guardare con occhi diversi il mondo che lo circondava e soprattutto, desiderio insito da sempre in lui, a scavare nell’animo umano. A confermarci questo senso di pienezza che dava la pittura all’ormai ex regista ci sono le parole della moglie Enrica Fico, la più intima testimone del passaggio di Antonioni dalle arti mobili a quelle immobili:

Dipingere per lui era una gran gioia. I momenti dedicati alla pittura sembravano liberi dal tormento che il cinema poteva dargli, insieme alla soddisfazione di saper fare il mestiere che amava di più, ma che lo metteva sempre alla prova.

I temi rappresentati sono coloratissime nature astratte attraverso le quali Antonioni dava alla vita una sua personale interpretazione.

Le sue opere sono un’esplosione di colori e di forme, di suggestioni e di stili, colorate e gioiose ci svelano un Antonioni inatteso.

michelangelo-antonioni-enrica-fico-287x208I più esperti potranno forse riconoscere in alcune tele lo stesso tocco che guidava la sensibilità del regista nei film, ma anche a chi non lo è basterà aver visto uno solo dei suoi lavori cinematografici per rivedere su tela la stessa cura del dettaglio e la stessa raffinatezza che c’erano sullo schermo.

Silvia Meloni per ArtSpecialDay

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.