Art never stops: le iniziative in vacanza o in città per gli amanti dell’arte

0 235

Il Covid-19 non ha scalfito -almeno ufficialmente- il mondo dell’arte. Le mostre sono state prorogate per sopperire alle mancate visite del lockdown, nuove iniziative sono nate per rendere più “culturali” le vacanze degli italiani nei luoghi di villeggiatura, altre sono state realizzate per rendere più “sopportabile” l’estate passata in città. Vediamo allora alcune delle iniziative più importanti:

Il Miracolo dello Schiavo liberato, Tintoretto

Costa Smeralda : luogo di villeggiatura per eccellenza, non poteva non essere un polo di attrazione per amanti dell’arte e collezionisti. L’intuizione geniale è -come sempre- di Deodato Salafia, proprietario delle gallerie Deodato Arte, che a partire da luglio, e fino al 6 settembre, ha realizzato la Summer Gallery a Marina di Porto Cervo, località Porto Vecchio di Arzachena. Protagoniste dell’esposizione, non solo le opere degli artisti di punta della galleria Deodato come Mr Brainwash, Jeff Koons, Obey e Romero Britto, ma anche tele di artisti storicizzati e dal valore inestimabile come Canaletto, Tiziano e  Tintoretto. Sì avete capito bene: sullo splendido sfondo del porto di Arzachena, oltre a opere d’arte contemporanea sarà possibile ammirare quadri esposti per la prima volta in esclusiva mondiale di artisti appartenenti alle correnti manierista e tardo-rinascimentale. Un’iniziativa che sta riscuotendo il doveroso successo, e che premia l’audacia di chi, come le Gallerie Deodato Arte, non ha paura di sperimentare, creando ponti tra correnti artistiche differenti e lontane nel tempo, ma forse proprio per questo così suggestive e degne di nota.

Milano: per chi è rimasto a Milano o si accinge a tornarci dopo le vacanze, le iniziative a tema arte, non mancano: dalla mostra al Museo Diocesano che percorre la passione di Cristo nell’arte, con opere di Chagall, Matisse e Gauguin, a George De La Tour esposto a Palazzo Reale con l’Europa della luce . Da non dimenticare poi le porcellane della Cina contemporanea esposte alla Fondazione Prada, Banksy e gli Street Artist al Teatro degli Arcimboldi e la particolarissima esposizione del Mudec dedicata ai tessuti che realizzano le donne del Monte Quichua (Argentina).

Locandina Mostra Alberto Sordi

Roma: visitabile ancora per pochi giorni (fino al 30 agosto) la mostra dell’anno, ovvero quella dedicata a Raffaello alle scuderie del Quirinale, a Palazzo Altemps è consigliata la visita alla mostra dedicata a Filippo De Pisis, mentre è da segnalare una mostra che partirà il prossimo 16 settembre presso la Villa di Alberto Sordi, Piazzale Numa Pompilio, dove si celebrerà -fino al 31 gennaio 2021- la figura del più grande attore italiano di tutti i tempi, Alberto Sordi per l’appunto.Per la prima volta si renderà accessibile al pubblico l’abitazione privata dall’attore romano, rendendo centrale nell’esposizione, il tema dell’uomo, del Sordi privato (amante degli animali, delle donne, della fotografia e dei viaggi).

Lecce: mostra fotografica imperdibile, quella che rimarrà esposta fino al 20 novembre presso il Castello Aragonese di Otranto, dedicata a Gianni Berengo Gardin, unico fotografo italiano ad essere stato accostato, per il suo stile ad Henri Cartier Bresson. A Parabita, un’esposizione dedicata alla figura della donna nell’arte, intitolata Mater Nostra, che ha come protagoniste 28 artiste contemporanee italiane che attraverso pitture, fotografie e video artistici, raccontano l’arte come “seme”, come concezione di un nuovo pensiero o di uno stato d’animo.

Mostre Virtuali: figlie del Covid, le esposizioni virtuali ci hanno accompagnato durante il lockdown e probabilmente, rimarranno a lungo una valida alternativa alle mostre tradizionali, per i più timorosi. Tra le tante promosse in questi mesi, una è senza dubbio degna di nota ed è ancora una volta un’iniziativa firmata Deodato Arte. Si tratta della mostra dedicata al fotografo di moda, firmatario di alcune delle campagne fashion più iconiche del Novecento, Marco Gaviano. Intitolata Icons, con riferimento alle modelle ritratte, l’esposizione interamente virtuale ( ma alcune delle foto sono comunque apprezzabili “fisicamente” presso le Gallerie Deodato Arte), ripercorre gli scatti più famosi di modelle del calibro di Cindy Crawford, Paulina Porizkova, Claudia Schiffer ed Eva Herzigova.  Le opere sono davvero spettacolari, e tra quelle esposte ci sono numerose “unposted”, ovvero foto inedite che fanno parte dell’archivio personale di Gaviano e che per la prima volta l’autore -grazie a questa esclusiva partnership- ha deciso di condividere con il pubblico. 

“Icons”, Marco Gaviano mostra virtuale di Deodato Arte

Che dire? Queste sono solo alcune delle ricche e variegate proposte artistiche che animano questa particolare estate 2020. Sono tutte validissime e certo rendono più bello questo periodo in cui c’è bisogno di energia positiva per affrontare l’autunno e lasciarci alle spalle i mesi bui trascorsi. L’arte è senza dubbio un valido aiuto, perché la sua bellezza, ma anche il suo linguaggio, il suo permetterci di affrontare viaggi verso spazi e tempi lontani e mai vissuti, ci ricordano quanto ci sia ancora di bello e di nuovo da scoprire. LIFE NEVER STOPS.

Ilenia Carbonara per MIfacciodicultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.