Elvis Presley, semplicemente il Re del Rock ‘n’ Roll

0 3.347

Elvis Presley, semplicemente il Re del Rock ‘n’ Roll

Elvis_Presley_Jailhouse_RockEra l’8 gennaio del 1935 quando a Tupelo, nel Mississippi, nasceva il Re del Rock ‘n’ Roll Elvis Presley, tra le figure che hanno influito maggiormente nella cultura americana.
Vera e propria icona, egli diede il via ad una rivoluzione musicale e trasformazione culturale unica, in un’epoca conservatrice e conformista, grazie al suo stile inconfondibile unito ad un immenso carisma e fascino. La sua arte ha segnato ed ispirato un’intera generazione, stravolto le vecchie tradizioni e cambiato per sempre la musica, creando da zero un nuovo genere. Con oltre 30 film da protagonista, è stato anche tra i primi artisti del mondo della musica a prestarsi con successo anche al cinema, interpretando il sogno americano.
Un mito adorato e venerato da tutti, che anche dopo la sua morte, avvenuta il 16 agosto 1977, non ha mai smesso di vivere.

Elvis Aaron Presley nasce da una famiglia in gravi condizioni economiche. In quel periodo gli Stati Uniti riversavano in un periodo di grande depressione economica, e cittadine come Tupelo accoglievano una moltitudine di braccianti e operai in crisi. Nonostante le difficoltà familiari, il piccolo Elvis rimane affascinato dalla musica, e in particolare dal Country e dal Gospel che ascoltava in chiesa.
Successivamente, durante il periodo giovanile, si appassiona al Rhythm and Blues, tanto da accantonare gli  studi. A 18 anni registra una demo presso il Sun Studio attirando l’attenzione del proprietario, che ben presto lo mette sotto contratto. Il suo primo singolo That’s All Right scala subito le classifiche della musica Country Western.
Ma è con il secondo singolo che il giovane si fa conoscere in tutti gli Stati Uniti. Grazie al suo stile sensuale e provocatorio fa impazzire le sue fan, ma viene anche malvisto dalla parte americana conservatrice.

Il vero salto di qualità per la sua carriera avviene però nel 1955 quando il suo contratto viene venduto alla rinomata Rca Records, capace di promuovere Elvis globalmente. Il suo primo album Elvis Presley vende più di 360 mila copie in un mese soltanto diventa il primo disco della storia della musica a vendere più di un milione di copie. L’anno successivo il cantante registra alcuni brani tra i più caratteristici della sua carriera quali Heartbreak Hotel, Hound Dog e Don’t be cruel, di immediato successo.

elvis-presley-s-last-performance-up-for-auctionMa la sua fama non viene apprezzata da tutti: le performance di Elvis fanno infatti discutere, genitori e comunità religiose condannano il nuovo genere e il giovane interprete viene per questo giudicato come volgare e privo di talento. Significativa di questo atteggiamento conservatore, è la censura dell’esibizione di Elvis nella trasmissione televisiva Ed Sullivan Show, dove il cantante viene inquadrato solo a mezzo busto. È proprio dall’evento in questione che nasce il celebre termine “Elvis the pelvis“. Al contrario, i giovani lo amano e imitano il suo stile, che ispirerà un’intera generazione.
Nel contempo, per raggiungere un pubblico più vasto, Elvis debutta anche nel cinema hollywoodiano, con il film Love me tender. La settima arte diventa anche un mezzo eccellente per promuovere i suoi album, riuscendo a trasportare così lo spirito ribelle e innovativo della sua musica in immagini. Dalla pellicola di maggior successo della propria carriera, Jailhouse Rock, viene estratto il brano dal titolo omonimo, che scala per la prima volta le classifiche inglesi.

Elvis Presley è all’apice del successo, e rappresenta la più grande star del pianeta
. Ma improvvisamente riceve la chiamata obbligatoria alle armi, gettando nel panico le migliaia di fan dell’artista, che vedono nell’arruolamento il tentativo da parte del governo americano di interrompere la sua entusiasmante carriera. Negli stessi giorni è anche programmato l’inizio delle riprese del nuovo film con Elvis protagonista, King Creole, e la casa di produzione Paramount riesce a trattare con la commissione di leva una proroga di 60 giorni. Terminate le riprese, è tempo per la futura recluta di partire per prestare servizio militare. Risultato idoneo e completato l’addestramento, viene assegnato inizialmente come guidatore di Jeep e successivamente in qualità di artiglierie di carro armato in Germania dell’Ovest. Qui incontra e ha una brevissima storia con Priscilla, ragazza con la quale si sposerà negli Stati Uniti sette anni dopo. Pochi mesi dopo, il servizio militare ha termine ed Elvis può fare ritorno in madrepatria.

elvis-presleySono passati ormai due anni dall’ultimo album, ma la sua stella non si è mai spenta, tutt’altro. Nel 1960, quando ritorna sulle scene, il cantante, divenuto nel frattempo uomo più maturo, rappresenta una star ancora più luminosa.
Ha inizio un cambiamento artistico e professionale sorprendente, che lo porta di nuovo alla clamorosa fama. Viene pubblicata It’s now or never, cover della celebre O sole mio, il brano Are you lonesome tonight?, e i nuovi film, su tutti Cafe’ Europa: la sua musica e i suoi film ora attraggono anche i precedenti conservatori che fino a pochi anni prima tentavano di boicottarlo.
Ora Elvis è apprezzato da un pubblico ben più vasto e anche i critici approvano la nuova immagine adulta. In questo periodo si sposa con Priscilla a Las Vegas, che gli dà una bambina di nome Lisa Marie, ma purtroppo il matrimonio tra i due termina in breve tempo.

Alla fine degli anni ’60 ha inizio il periodo buio della carriera di Elvis Presley, a causa di una serie di film e canzoni mediocri. A questo punto è arrivato il tempo di smettere di recitare per dedicarsi completamente alla musica, in particolare ai concerti dal vivo. Nel 1970 l’International Hotel di Las Vegas gli offre un contratto milionario per esibirsi due mesi ogni dodici per cinque anni. Nonostante l’iniziale successo, i tour seguenti si rivelano sempre più massacranti e faticosi da sostenere per via dei numerosi viaggi che l’artista deve affrontare e le poche pause a disposizione.
La dipendenza e abuso di farmaci si aggiunge a tutto questo, e la salute fisica e mentale di Elvis inizia a risentirne. Negli anni a seguire non riesce nemmeno più a tenere un concerto e depresso quanto infelice, ingrassa a vista d’occhio, finché il 16 agosto del 1976, a soli 42 anni, non viene ritrovato morto giacente a terra nella sua tenuta di Memphis.

Elvis Presley 5La notizia della morte sconvolge il mondo intero, e più di 80mila fan si ritrovano i giorni seguenti davanti la sua abitazione, Graceland, per rendere omaggio al celebre beniamino scomparso così prematuramente. Ogni anno, nel giorno dell’anniversario della sua morte, sostenitori da tutto il mondo si ritrovano di fronte la sua tomba, nel giardino della tenuta, per un momento magico e spirituale di commemorazione, dimostrando una volta di più che il Re del Rock ‘n’Roll è più vivo che mai.

Ma i fan più accaniti di Elvis a fatica si rassegnarono alla morte così improvvisa del loro idolo, tanto che iniziarono a diffondersi leggende che sostenevano che il cantante avesse inscenato la sua morte per potersi ritirare a vita privata. Gli avvistamenti del presunto Elvis si sono susseguiti nei decenni, anche al di fuori dei confini statunitensi. Questa leggenda e questo fanatismo nei confronti del personaggio, non fanno che confermare l’aura di idolo che Elvis Presley si è guadagnato grazie alla sua musica innovativa e spregiudicata per l’epoca.

Let’s rock, everybody, let’s rock!

 

Ivano Segheloni per 9ArtCorsoComo9

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.