Museum of the Moon. La luna di Jerram alla Piscina Cozzi

0 412

Museum of the Moon di Luke Jerram atterra a Milano, più precisamente sopra le vasche della Piscina Cozzi – in viale Tunisia – anche sede della Federazione Italiana di Nuoto.

Aperta al pubblico dal 15 giugno l’installazione resterà visibile fino al 23 giugno. Per l’occasione, la Piscina Cozzi ha organizzato due notti bianche, il 15 e il 22 giugno, in cui sarà possibile nuotare sotto la dolce bagliore della luna, l’esperienza unica di una nuotata al di sotto di una luna mai stata così vicina a noi.

A regalarci questo spettacolo è l’installazione di Luke Jerram, artista britannico nato nel 1974, conosciuto in tutto il mondo per le sue opere pubbliche realizzate su larga scala.

Museum of the Moon è un’opera del 2016 la cui struttura è stata realizzata da Cameron Balloons (nota società di Bristol che produce mongolfiere dal 1971) e rivestita con le riproduzioni di immagini della superficie della Luna, concesse dalla NASA, e cucite insieme in scala, approssimativa, 1:500.000. L’installazione gonfiabile, una fedele riproduzione della luna ha un diametro di 7 metri in cui ogni centimetro corrisponde a 5 km della superficie lunare.

L’enorme immagine che riveste l’installazione è stata creata dall’Astrogeology Science Center degli Stati Uniti, utilizzando le immagini scattate da un satellite lanciato dalla NASA nel 2010, la Lunar Reconnaissance Orbiter Camera.

L’artista descrive la sua installazione come una fusione di immagini, luci e suoni. Quando l’opera viene installata in un luogo buio, la sfera si illumina internamente, così come accade per la sede di Milano, viene ricreata l’atmosfera incantevole di un globo galleggiante sopra i nuotatori.

Nel corso dei secoli la luna è stata sempre fonte di ispirazione per l’uomo, ciascuno osservandola ne ha regalato interpretazioni e significati differenti, ma tutti uniti dalla stessa luna.

Museum of the Moon allows us to observe and contemplate cultural similarities and differences around the world, and consider the latest moon science. Depending on where the artwork is presented, its meaning and interpretation will shift.

Museum of the Moon è uno dei suoi lavori più recenti, le cui diverse copie fanno attualmente il giro del mondo per mostre temporanee. Per la prima volta l’opera è stata esposta nel giugno del 2016 al Bristol International Balloon Fiesta, ma dei forti venti ne hanno causato l’esplosione pochi minuti dopo. Nonostante il suo inizio burrascoso, da allora l’opera ha iniziato il suo giro nel mondo, esposta in musei, piazze e parchi. Prima di atterrare a Milano l’opera è stata nel Museo di Scienze Naturali di Houston, a Lille in Francia, al Museo di Storia Naturale di Londra e all’ArtScience Museum di Singapore.

A Milano, l’evento offerto dalla Piscina Cozzi, si incastra perfettamente in questo anno – il 2019 è infatti l’anno della luna, i 50 anni dell’allunaggio – proponendo l’occasione unica di nuotare e liberarsi del caldo sotto un’incantevole luna.

C’è ancora tempo per nuotare sotto la grande luna, e per chi ama godere di atmosfere uniche resta ancora la notte bianca del 22 giugno in cui sarà possibile nuotare fino alle 4 del mattino e godersi così uno spettacolo di grande suggestione.

Adriana Brancato per MifacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.