Andrew Tosh presenta in Pisacane Arte la sua esposizione Vintage-pop

0 678

Nella galleria Pisacane Arte, nel cuore di Porta Venezia, mercoledì 6 marzo è stata inaugurata la mostra personale dell’artista Andrew Tosh (all’anagrafe Andrea Cocciolo). Il tema dell’esposizione è Vintage -pop:  protagonisti delle colorate tele sono infatti soggetti tratti da pubblicità americane anni ’50 e ’60, mentre i colori e lo stile rimandano alla cultura dell’arte pop introdotta da Warhol, a cui l’artista ligure dichiara di ispirarsi da sempre.

Acrilico su tela di Andrew Tosh, esposizione Vintage-pop

Le opere -esplosioni di colori, virtuosismi pittorici e atmosfere vintage- sono state accolte molto bene dal numeroso pubblico accorso per ammirarle durante il vernissage, tanto che circa la metà delle creazioni è stata venduta in pochissime ore (evento abbastanza raro per una galleria d’arte, che organizza vernissage per presentare una collezione di opere e punta alle vendite solo in un secondo momento, coincidente con tutto il periodo espositivo).

Una scommessa vinta per  Roberto Ungaro, fondatore e titolare di Pisacane Arte -galleria d’arte nata nel 2012- famosa per promuovere artisti emergenti e controcorrente e ideare progetti dall’alto valore artistico, come quello di Milano Vola Alto sviluppatosi nel 2014 con un’importante mostra collettiva ospitata al palazzo della Regione Lombardia. Il famoso gallerista questa volta ha voluto puntare su Andrew Tosh perchè colpito dall’incredibile maestria tecnica e dalla naturalezza con la quale l’artista -appena ventiquattrenne- riesce a coniugare passato e presente, contemporaneo e vintage con un mix perfettamente equilibrato, che rende il suo stile unico e perfettamente riconoscibile nella “giungla” dell’arte contemporanea, dove tutti sono alla ricerca dell’originalità, ma pochi riescono ad essere davvero memorabili.

Oggetti di design dell’artista Andrew Tosh esposti presso Pisacane Arte

In galleria troverete non solo tele, ma anche oggetti di design: Tosh firma infatti sculture a forma di alce, televisori (ovviamente vintage) e bottiglie di latte stile anni ’50, rendendo divertenti e colorati oggetti altrimenti privi di anima, elevandoli a vere e proprie sculture artistiche che sono in grado di far tonare  indietro nel tempo, facendoci vivere -o rivivere-  una delle epoche più felici della storia contemporanea. Non è certo un caso infatti che proprio negli anni ’50 siano nate le prime pubblicità televisive in America (e non solo), segno di un incredibile benessere economico che ha tanto caratterizzato il sogno americano di cui tutt’oggi sentiamo l’eco.

Se la galleria Pisacane Arte ha dunque deciso di curare questo artista pop vincendo un’importante scommessa, pare non essere l’unica a credere che nel tempo, Andrew Tosh darà grandi soddisfazioni lasciando la sua personalissima impronta nell’arte; infatti in contemporanea all’esposizione in galleria che andrà avanti fino al 30 marzo, alcune opere di Tosh    -sempre tematicamente legate al vintage-pop – saranno visibili anche nel ristorante Lamo di via Cappellini, lussuosa location con la quale la galleria ha avviato una partnership proprio grazie ad Andrea.

Acrilico su tela di Andrew Tosh, esposizione Vintage-pop

Si consiglia di seguire attraverso la galleria Pisacane Arte le iniziative che coinvolgeranno in futuro Andrew Tosh, per ammirare non solo oggetti d’arte unici nel loro genere, ma – viste le premesse – anche per acquistare una tela o un oggetto di design che con il tempo potrebbero rivelarsi anche un ottimo investimento!

Ilenia Carbonara per MIfacciodicultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.