Mia Photo Fair 2019: tutte le anticipazioni

0 520

Al via il programma della IX edizione della fiera internazionale dedicata alla fotografia d’arte in Italia, realizzata grazie al supporto del Main Sponsor BNL Gruppo BNP Paribas e degli Sponsor Eberhard & Co. e Olympus, che si svolgerà dal 22 al 25 marzo,

 

Siwa Mgoboza. Les Etres D’Africadia (Masquer) I. 59.4 x 42 cm. Ed of 5. + 3AP

Saranno 85 le gallerie presenti, delle quali una buona percentuale proveniente dall’estero, questo conferma il MIA una vera e propria manifestazione di respiro internazionale. A queste si aggiungono 50 espositori suddivisi tra progetti speciali, editoria e progetti a 4 mani portando il numero totale degli espositori a 135.

In otto anni di storia abbiamo assistito alla crescita di MIA Photo Fair, non solo come contenitore espositivo, ma come piattaforma culturale, sempre attenta ad accogliere le ultime istanze che provenivano dall’universo fotografico. Parallelamente abbiamo percepito una sempre più ampia considerazione sia dei visitatori, sia degli appassionati di questa forma d’arte, sia degli addetti ai lavori e degli investitori, soprattutto internazionali. Il fatto che anche all’estero MIA Photo Fair venga riconosciuta come una fiera di riferimento per la sua qualità e la sua serietà è un valore aggiunto di non poco conto. Il successo della manifestazione passa anche attraverso il dato dei numeri. In otto anni sono stati oltre 400 gli espositori di Mia Photo Fair; con i suoi 170.000 visitatori avremmo riempito due volte lo stadio di San Siro. 

Queste le parole del direttore Fabio Castelli riferendosi al MIA, che anche per quest’anno verrà ospitata negli spazi del The Mall, nel quartiere di Porta Nuova a Milano. L’evento è divenuto una vera e propria istituzione per la città di Milano, e non solo, esso si è, con il susseguirsi delle edizioni, consolidato quale punto di riferimento per tutti gli appassionati e i collezionisti di fotografia. Oltre ad un importante canale per la connessione di domanda e offerta, la fiera promuove anche la possibilità di approfondire la conoscenza del medium che meglio di ogni altro riesce a interpretare la realtà contemporanea.

MIA Photo Fair punta per la sua nuova edizione verso una nuova immagine, firmata dal fotografo norvegese Rune Guneriussen (Kongsberg, 1977) conosciuto a livello mondiale per le sue eteree immagini fotografiche. Il comitato scientifico sarà composto da Fabio Castelli, Gigliola Foschi, Roberto Mutti, Enrica Viganò.

Stando alle anticipazioni fornite in sede di conferenza stampa, il programma culturale di MIA Photo Fair 2019 si preannuncia ricco di novità e di eventi. Particolare rilevanza rivestirà il binomio di Arte e Scienza, volto a indagare i rapporti tra la fotografia d’arte e le diverse branche della scienza. Il legame con OLYMPUS si rifletterà in una mostra dal titolo Dialoghi visivi. Fotografie della Collezione Castelli: 19 immagini in un percorso espositivo diviso in quattro sezioni, dove verranno delineati alcuni tra i molti ambiti di indagine della fotografia come il reportage, la natura morta, l’architettura, la moda e la sperimentazione fotografica. In occasione del 500esimo anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci il MIA esporrà alcuni fogli riprodotti dal Codice Atlantico, conservato in originale alla Biblioteca Ambrosiana di Milano.

Nicolas Boutruche, Series Du voyeurisme au 1 sur 10ème, “Grand Hôtel”, 2015, Fine Art print mounted on Dibond with aluminum frame, 180 x 180 cm, Edition- 10, Courtesy- Courcelles Art Contemporain

Moltissime saranno le novità nel panem della proposta culturale MIA Photo Fair, a cominciare dalla nascita di una nuova sezione dal titolo Beyond Photography, con la quale si individueranno le linee guida per spiegare cosa voglia dire dire oggi “fotografia” soprattutto in rapporto al mondo dell’arte contemporanea. Prenderà vita, come altra novità 2019, il premio MIA Photo Fair Fotografia d’Architettura, in partnership con lo Studio G*AA di Attilio Giaquinto e ArtPhotò di Tiziana Bonomo. Inoltre ampio spazio verrà dato all’interazione con il pubblico, che potrà essere protagonista del nuovo progetto performativo di Settimio Benedusi per HP. All’interno di MIA Photo Fair si terrà, infatti, una edizione speciale di RICORDI?, il format creato da Benedusi per riportare in auge il privilegio del ritratto fotografico stampato.

Gli appuntamenti da citare sarebbero infiniti per questo 2019, non resta che aspettare la fine di marzo per conoscere tutti i dettagli.

Carolina Cammi per MifacciodiCultura

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.