Matera 2019: tutto pronto per la Cerimonia d’inaugurazione

Gli eventi in programma

0 566

È stato un conto alla rovescia partito il 17 ottobre 2014, quando Matera è stata designata Capitale Europea della cultura, da allora è stato un continuo fermento, duro lavoro, attese e aspettative, tutto per questo momento. Il 19 gennaio 2019 ci sarà la tanto attesa Cerimonia di Apertura per questo anno ricco di eventi in cui tutta l’Europa avrà gli occhi puntati su Matera ma non solo, su tutta la Basilicata.

Prima dell’inaugurazione i cittadini saranno al centro del programma, punto focale su cui si è basato tutto il lavoro della fondazione. Vestiranno la città di luci e di arte. Va in scena Lumen Social Light che riscopre l’antica tradizione delle luminarie, con 15 installazioni luminose che daranno una nuova pelle ai punti focali simbolo di Matera. La realizzazione delle luminarie è avvenuta durante tutto questo anno, attraverso workshop, in un lavoro di squadra tra cittadini, l’Open Design School della città dei sassi e alcune realtà aziendali.

Una comunità che rinasce con la luce e vuole farsi faro e guida per tutto il sud Italia.

Ad illuminare i punti nevralgici della città sarà anche l’Arte contemporanea con il progetto Matera Alberga. Installazioni artistiche di Alfredo Pirri, Filippo Riniolo e Dario Carmentano saranno presentate nei punti di accoglienza dei visitatori, alberghi e locande, perché non c’è nulla di più importante di una comunità che accoglie e fa sentire partecipi anche gli ospiti temporanei.
Inizia poi la grande festa dove Matera si fa casa di tutti, apre le sue porte e mostra tutta l’accoglienza di un popolo caloroso come quello lucano. Le bande dei comuni locali e delle passate città europee della cultura, insieme, marceranno lungo i sassi accolti dall’intera comunità, tra inni europei e musiche popolari, che offrirà loro anche momenti conviviali condividendo la crapriata, piatto tipico materano. Una vera festa popolare e solenne allo stesso tempo, sarà in diretta Rai, condotta da Gigi Proietti con tanti ospiti nazionali e internazionali d’eccezione: Stefano Bollani coordinerà le bande, poi immancabile la comicità del nostro Rocco Papaleo, lucano doc. Solenne il saluto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

L’importanza di raccontare un territorio attraverso l’arte si fa sempre più forte, così il giorno successivo all’inaugurazione la festa continuerà con alcune mostre co-prodotte insieme al Polo Museale della Basilicata. Si inaugura Ars Excavandi e Mater(i)a P(i)etra due retrospettive che scavano sull’origine caveosa della città, ognuna a suo modo, per rileggere il passato e per nuovi spunti sulle costruzioni delle città del futuro.

Arte, cucina, musica, fotografia, Matera si racconta in ogni aspetto e con ogni mezzo avvolgendoci con ogni forma d’arte, dalla tradizione preponderante fino alla contemporaneità per allungarsi su un futuro tutto da scrivere di cui vuole ancora essere protagonista. Questa opportunità deve essere un trampolino di lancio per crescere ancora di più attraverso la cultura e la comunità unita come è nei programmi della città dei sassi. Allora armiamoci del Passaporto per Matera 2019, che ci permette di essere per tutto questo anno un cittadino temporaneo della Capitale Europea della cultura, per partecipare alla grande festa della città e a tutti gli eventi ufficiali in programma.
Manca poco al 19 gennaio, iniziamo il viaggio!

Alejandra Schettino per MIfacciodiCultura  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.