Oltre la tela di Caravaggio cosa c’è? Luci e ombre di una rockstar fuori dal tempo

Caravaggio. Oltre la tela. Una mostra immersiva nella vita del Merisi al Museo della Permanente di Milano fino al 27 gennaio 2019. Da non perdere

0 1.176

Caravaggio è riemerso dalle tenebre già da un po’, lo sappiamo.

Se si guarda, però, alla collocazione temporale delle sue vicessitudini personali e artistiche (Milano, 29 settembre 1571 – Porto Ercole, 18 luglio 1610), Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, non è riemerso da molto tempo. Per secoli è rimasto nel buio della storia dell’arte, proprio lui che alle ombre aveva dato rilievo portando luce e novità dentro e fuori la tela.

Roberto Longhi

Sarà, infatti, lo storico dell’arte Roberto Longhi a “riportarlo alla vita” con una mostra a Milano nel 1951 dal titolo “Caravaggio e i Caravaggeschi”, che darà risonanza al genio rivoluzionario del Merisi in tutto il mondo.

I Grandi Classici - I Falsari, intellettualismo freddo e omosessualità nel capolavoro di Gide
I Bari, 1594

La legge del paradosso vuole che proprio lui, il Caravaggiooggi sia una vera e propria rockstar. Già, proprio lui che era stato sepolto nell’ombra perchè troppo fuori dai ranghi di quell’accademismo tanto promosso dai potenti, proprio lui che è stato il primo realista della storia dell’arte avendo fotografato la realtà quotidiana che egli stesso viveva per le strade di Roma (prostitute, bari e zingari, ragazzi di strada decisamente vicini a quei Ragazzi di vita a cui renderà omaggio un altro genio italiano come PierPaolo Pasolini ) per poi riprodurla divinamente su tela, proprio lui che era riuscito a far entrare opere anticonformiste a Palazzo Madama, sede allora dell’arcivescovado (pensiamo a opere come I Bari, o la Buona Ventura) oggi è, de facto, un fenomeno di marketing universalmente riconosciuto. Nella società odierna è, infatti, senza dubbio, considerato tra gli artisti più importanti della storia e ormai da decenni, ad intervalli regolari, emergono presunti possessori di sue opere in tutto il mondo.

Copyright
Fabio Campana,
ANSA

Ogni mostra su Caravaggio ha, dunque, successo perchè ormai il suo nome è conosciuto anche da chi di arte non si è mai interessato.

Le mostre a lui dedicate non meriterebbero promozioni ulteriori, forse. Ma quella che vi invito ad andare a vedere non è affatto una semplice mostra.

Caravaggio, Oltre la Tela al Museo della Permanente di Milano

Mondo Mostre Skira è riuscito ad andare OLTRE. CARAVAGGIO OLTRE LA TELA, appunto.

Al Museo della Permanente di Milano grazie ad un’originale e straordinaria esperienza multimediale ci si può immergere nella dimensione spazio temporale del Merisi. L’abile utilizzo di video, video-mapping, fotografie e racconto riproduce la vita del Caravaggio dalla città di Milano in cui è nato alla Roma che gli ha permesso di farsi conoscere, fino a Napoli, La Valletta (Malta), Messina, Palermo e, infine, Porto Ercole.

Caravaggio, Oltre la Tela al Museo della Permanente di Milano

Un viaggio d’arte da ricordare. Un incantesimo di 45 minuti in cui si potranno varcare i confini spazio temporali e andare OLTRE. Una ricostruzione storica perfettamente riuscita permette allo spettatore di arrivare oltre i quadri, oltre le opere, toccando l’anima di un uomo che ha fatto dell’arte la sua vita, la sua missione, il suo unico grande amore.

Non perdete allora davvero l’occasione di andare oltre la tela e approfondire la storia di uno dei più grandi geni che l’umanità abbia mai avuto: CARAVAGGIO vi aspetta a Milano.

Valentina Ferrario

Info Museo della Permanente

Milano fino al 27 gennaio 2019, Caravaggio. Oltre la tela. La mostra immersiva.

MONDO MOSTRE SKIRA

Consulenza scientifica di Rossella Vodret

Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.