Fascino del proibito o del proibire? Ormai l’Italia non è solo un Paese fascista, è un Paese totalmente distopico

0 549

Ma sì, avete ragione voi. Basta buonismo, basta tolleranza, basta empatia, basta tutto. Sbarazzatevi di tutto quello che non vi piace, vi turba, non vi fa comodo, vi spaventa, non capite, non vi conviene, è diverso dalla mota che sta nelle vostre scatole craniche. E basta libri, proibito leggere, aboliamo tutti quelli che non parlino di sport, cucina, arredamento e moda, al massimo. Via romanzi, poesia, scienza, antropologia, psicologica, linguistica. Quindi, finiamola con le lauree, chiudiamola lì per il futuro e penalizziamo anzi chi ha studiato fin qui, e anche coi diplomi, leggere scrivere e far di conto, abolita storia dell’arte, storia, geografia, economia, letteratura, lingua italiana, filosofia, musica: proibito studiare. Aboliamo i film, chiudiamo i musei, i teatri: solo televisione, e anche qua solo fiction, reality e quiz. Musica, solo quella che esce dai talent show. Pornografia libera. Religione, di Stato; e simboli, simboli religiosi dappertutto, mcrocefissi, presepi, il rosario come dotazione scolastica. Satira, abolita e punibile con l’ergastolo. E pubblicità, tanta pubblicità. World wide web, chiuso. Frontiere, quelle sì, tante frontiere: ogni volta che ci sia un territorio che possa rivendicare un minimo di identità, di sovranità – zac! – ci mettiamo una bella frontiera, e giù pistole, taser, manganelli, divise, manette, gabbie, carceri. Basta cibi DOC, DOCG, DOP e scemenze debosciate simili. Polizia libera: uso della forza e della detenzione preventiva a discrezione delle forze dell’ordine. Nessun eccesso di legittima difesa: si può sparare, porto d’armi libero su chiunque ci dia l’impressione di essere una minaccia. Ogni assembramento o occupazione di suolo pubblico verrà sanzionato col carcere per direttissima. Abolito il reato di tortura da parte delle forze dell’ordine. Detenzione preventiva illimitata. Pedofilia, stupro e zoofilia non sono più reato. Doping libero nello sport, e riabilitazione di tutti gli atleti trovati dopati in passato, il doping non esiste. Vivisezione, e allevamento di animali da pelliccia sono assolutamente consentiti. Il porto d’armi non serve più, né per difesa personale né per la caccia, che è libera: per quest’ultima, è gradita l’estinzione di roditori, rapaci, grandi felini, pachidermi, rinoceronti, ippopotami, plantigradi, lupi, cinghiali, cervi, caprioli, volpi, cetacei, foche, uccelli migratori e insetti di ogni tipo e genere, api comprese, tanto per l’impollinazione ci pensano le api-robot. Coltivazioni solo OGM, liberalizzazione di insetticidi, anticrittogamici e concimi chimici. L’inquinamento ambientale cessa di essere reato. Fine di ogni forma assistenziale nei confronti di ciechi, sordi, spastici, paraplegici, autistici e ritardati assortiti; nemmeno un soldo per la ricerca sulle malattie rare, anzi, nessuna ricerca.

Equilibrium, futuro “grigio distopia” assai vicino

Proibito difendere i deboli. Riapertura immediata dei manicomi. La rimozione delle barriere architettoniche non è più compito dello Stato nei luoghi pubblici e non è un obbligo per i privati.  Chiuse tutte le ONG, associazioni di cooperazione, ONLUS. Istituito il reato di povertà e di accattonaggio: proibito mangiare all’aperto, sedersi, fumare, bighellonare, chiedere denaro, bere da una fontanella, dormire ovunque anche per pochi minuti tranne che a casa propria e nei locali preposti. Soprattutto, è tassativamente proibito fare la carità, a rischio di sanzioni elevatissime. Allo stesso modo, sono proibiti  piercing e tattoo, punibili col carcere tranne che per sportivi e gente di spettacolo di professione, dove sono obbligatori. Posto fisso abolito, licenziamento libero e stipendio del dipendente a discrezione del datore di lavoro. Ferie abolite. Divieto di nascita, sosta, transito, residenza sul suolo italiano per qualsiasi individuo di razza negra, rom, orientale, indiana, indiana, pellerossa, inuit, aborigena. Matrimonio indissolubile e obbligatorio, l’aborto illegale e punibile con la morte, omosessualità, rapporti anali e orali anche tra adulti consenzienti e di sesso diverso sono proibiti. Età pensionabile per tutti a 75 anni a quota minima fissa, ed utilizzabile solo per acquisti morali. I giornali possono essere pubblicati solo se giudicati degni da un’apposita commissione; per i dissidenti è previsto il carcere. Immunità totale per chiunque ricopra o eserciti una funzione pubblica ed i suoi familiari. Tutto quanto sopra è soggetto ad integrazioni, e naturalmente adattabile, modificabile e invertibile con effetto retroattivo, a seconda dell’esigenza del momento, con decisione unilaterale da parte degli organi di controllo. Proibito cercare di vivere o di sopravvivere per chiunque non sia di pura razza italica.

Bambole negre proibite, inizia l’incubo

Vi sembra esagerato? Vi sembra uno scenario da distopia grave? Una descrizione degna del Mondo Nuovo di Huxley? Date un’occhiata in giro: tutto quanto sopra è già realtà, anche se in forme e luoghi diversi In Friuli Venezia Giulia un’amministrazione comunale ha di fatto proibito le bambole di pelle nera negli asili nido.

L’inferno è vuoto e i diavoli camminano sulla Terra.

https://www.youtube.com/watch?v=i483knGRppA

Vieri Peroncini per MifacciodiCultura

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.