Texas di Rémi Noël: quando il mondo ha bisogno di eroi

0 359

Attraversare il Texas con la sola compagnia di un’action figure di Batman: è quello che ha deciso di fare il fotografo francese Rémi Noël in un viaggio alla ricerca del nuovo e più autentico spirito americano. Ad affiancare i due insoliti viaggiatori c’è solo una macchina fotografica che scatta in bianco e nero su pellicola d’argento, con la quale vengono ripresi la desolazione e la solitudine che regnano nel Nuovo Continente. Gli scatti (trentaquattro in tutto), realizzati tra il 2004 e il 2012, descrivono il cosiddetto Lone Star State – lo Stato della Stella Solitaria – da Houston a Marfa, passando per Dallas.

Nice Try, Rémi Noël, Texas
Nice Try, Rémi Noël, Texas

Come un Kerouac dei giorni nostri Rémi Noël racconta un’America segnata da una profonda e quasi distopica malinconia, dove persino un supereroe come Batman fatica a farsi valere. Egli appare alienato, sempre fuori luogo in ambienti a cui non appartiene o meglio, a cui non riesce ad appartenere, lontano dalla sua vita trascorsa a caccia di cattivi. Un eroe “in pensione” alle prese con i problemi di ogni giorno. E così questo giocattolo rubato dal fotografo dalla camera del figlio e portato che sé negli Stati Uniti per sentirsi meno solo diventa gli occhi attraverso cui guardare e raccontare il mondo. Questa scelta potrebbe anche sembrare ironica, se si considera che il personaggio di Batman è da sempre tra i supereroi più solitari del mondo DC Comics.

Noël, come da lui stesso affermato, è sempre stato affascinato dall’immagine di quell’America fuori dal tempo immortalata da artisti come Edward Hopper o Robert Frank, un’America fatta di autostrade infinite e motel con le insegne al neon.

Rémi Noël, A dirty job, Texas
Rémi Noël, A dirty job, Texas

Questi paesaggi gli sono quindi parsi perfetti per realizzare un servizio fotografico a quel Batman solitario e inquieto, diventando quasi delle quinte teatrali dove far posare la piccola e sempre fuori posto action figure di uno dei supereroi più celebri. Egli fissa sconfortato desertici paesaggi dalla finestra di un vecchio motel, medita davanti a piscine vuote e veste con i suoi abiti i simboli intramontabili di quell’America che sta attraversando on the road. E probabilmente sarete d’accordo anche voi – appassionati di fumetti e non – nel pensare che l’immagine di un pezzo grosso della lotta al male che fa il bucato in una lavanderia a gettoni o che legge una guida di cucina al microonde sia in qualche modo un riflesso del mondo in cui viviamo. È la fine del cosiddetto “Sogno Americano”. Lontano dalla tetra Gotham e da tutti i personaggi che la abitano, Batman affronta la vita quotidiana con la malinconica e rassegnata consapevolezza di vivere in un’epoca che avrebbe più che mai bisogno di eroi ma dove allo stesso tempo trovano posto solo modelli sbagliati.

Forse i nostri supereroi, in questo mondo dove la solitudine e l’individualismo regnano sovrani, potrebbero essere proprio le persone accanto a noi, i nostri compagni di viaggio, che con un piccolo gesto o una parola detta al momento giusto sono in grado di salvarci. E noi, a nostra volta, cerchiamo di vivere con la consapevolezza di possedere la capacità di fare altrettanto.

Puoi trovare il portfolio di Rémi Noël qui.

Beatrice Obertini per MIfacciodiCultura

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.