Ennio Morricone, poesie sonore al servizio del grande schermo

Ennio Morricone compie oggi 90 anni

0 1.104

Ennio Morricone, poesie sonore al servizio del grande schermo

leone_morricone_en_1985-1Il 10 novembre 1928 nasce a Roma Ennio Morricone, tra i maggiori e più significativi compositori di musica da film di tutti i tempi. Vero e proprio orgoglio artistico italiano, ha composto nella sua lunghissima e acclamata carriera più di 500 musiche tra film e serie TV, molte delle quali capolavori assoluti del genere. Colonne sonore memorabili che hanno accompagnato storiche pellicole cinematografiche, su tutti i Western all’italiana  in collaborazione con Sergio Leone, o classici pluripremiati quali Mission (1986), Nuovo Cinema Paradiso (1988) e The Untouchables – Gli Intoccabili (1987). Una vita artistica dedicata alla musica che ha dato un contributo fondamentale alle arti musicali, riconosciuta ufficialmente nel 2007 con l’assegnazione del prestigioso Oscar alla carriera, e arricchita lo scorso febbraio con una stella nella Hollywood Walk of Fame, pochi giorni prima della vittoria della statuetta dorata per la Miglior colonna sonora nel film The Hateful Eight di Quentin Tarantino.

morricone-1Nato e cresciuto nella capitale romana, sin da piccolo coltiva una spiccata passione per la musica. Dopo il diploma in tromba, composizione e strumentazione al Conservatorio di Santa Cecilia, approfondisce anche gli studi in orchestrazione e direzione di coro, ampliando così la sua già alta e plurima formazione. Inizia così a lavorare come arrangiatore, contribuendo anche alla produzione di alcuni grandi successi, tra cui Se telefonando interpretata da Mina. La prima svolta avviene però nel 1964 quando comincia quella che diventerà la sua più importante e per certi versi caratteristica collaborazione insieme al regista Sergio Leone, maestro dei film Western all’italiana. Film quali Per un pugno di dollari (1964), C’era una volta il West (1968), Il buono, il brutto, il cattivo (1966), sono affiancati dal magistrale accompagnamento sonoro di Ennio Morricone, dando quel tocco in più capace di rendere le pellicole celebri e indimenticabili. Compresa l’importanza e la magia sonora creata dal compositore italiano, anche la macchina commerciale del grande schermo Hollywoodiano a partire dagli anni ’70 si avvale della sua prestigiosa collaborazione.
Registi acclamati nel mondo del cinema, quali Brian De Palma, John Carpenter, Oliver Stone e Quentin Tarantino, scelgono infatti Morricone per le arti sonore di alcuni loro film, allargando di fatto la già grande fama del Maestro italiano, divenuta ormai di livello globale assoluto. Nonostante ciò, il meritato riconoscimento dell’Academy Award arriva solo nel 2007 con il già citato Oscar alla carriera, privilegio riservato a pochissimi eletti del mondo cinematografico.

morricone-oscar-1La qualità principale di Ennio Morricone è stata certamente quella di aver reso la colonna sonora essenziale nelle varie fasi di produzione filmica, poiché accompagnamento principale ed imprescindibile nel voler spiegare con la musica scene salienti e stati d’animo negli spettatori derivati da esse. Inoltre, grazie ad un uso sapiente della composizione e direzione d’orchestra, un genere musicale ancora troppo spesso di difficile comprensione e diffusione, è divenuto con Morricone prima universalmente riconosciuto ed orecchiabile, e infine apprezzato alla pari delle canzoni pop cui siamo quotidianamente circondati.

La musica poi è intangibile, non ha sembianze, è come un sogno: esiste solo se viene eseguita, prende corpo nella mente di chi ascolta. Non è come la poesia, che non necessita di interpretazione perché le parole hanno un loro significato. La musica può essere interpretata in vario modo. Una composizione per una scena di guerra può essere intesa anche come brano che accompagna una danza frenetica.

Ivano Segheloni per MifacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.