L’immagine racconta se stessa: riflessioni tra cinema e arte alla Milano Movie Week

0 471

Si terrà dal 12 al 21 settembre a Milano e dintorni la prima edizione della Milano Movie Week, una settimana dedicata alla scoperta e riscoperta della settima arte, il cinema.

Ad attendere sia neofiti che cinefili c’è un programma vasto e ad alto indice di variabilità. Si va dalla mostra dedicata a Claudia Cardinale, alle proiezioni inedite di opere di registri del calibro di Ermanno Olmi o dell’ungherese Béla Tarr. Ma ci saranno anche tanti altri appuntamenti: conferenze, seminari, dibattiti, workshop e tante anteprime.

Claudia Cardinale

Ugualmente diversificate saranno le tematiche affrontate nel corso della settimana: dalla crescente affermazione delle presenze femminili nel mondo del cinema, alla sensibilizzazione su un tema delicato come l’autismo. Il cinema, in tutte le sue declinazione sarà, ovviamente, il fil rouge di questa intensa settimana. Lo scopo è quello di avvicinare lo spettatore ai tanti meccanismi che si trovano a monte del processo produttivo di un film e non solo. Sarà possibile immergersi in una Milano multiforme, grazie alle tante proiezioni in programma ogni sera che offriranno nuovi spunti di riflessione sul rapporto della città con il cinema.

Un esempio? Quest’estate un po’ ovunque hanno spopolato i cinema all’aperto, ebbene Milano ce ne offre una variante davvero suggestiva e anticonvenzionale grazie al Cinema Bianchini, dimostrandoci che il cinema si fa ed è ovunque, anche sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele.

Alla Milano Movie Week sarà presente anche Magnitudo Film, una compagnia di produzioni cinematografiche specializzata in documentari sull’arte che porterà sugli schermi tre anteprime ad ingresso libero da non perdere.

Cinema Bianchini sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele

La prima sarà “Wunderkammer – WOW. World od Wonder”, in programma il 15 settembre alle 17.30. Il titolo fa riferimento alle camere delle meraviglie o gabinetti delle curiosità, ossia stanze strabordanti di oggetti d’arte bizzarri provenienti da ogni angolo della terra che regnanti e mecenati amavano collezionare fin dal ‘500. Qui, la cinepresa si addentrerà proprio in alcuni di questi piccoli gioielli sparsi per l’Europa, ricreando quello stesso senso di meraviglia che i collezionisti aspiravano a conservare inalterato nel tempo.

Poi sarà la volta di “Bernini”, in programma per lo stesso giorno, ma alle 20.30. Più di 60 sculture sono state ospitate a Villa Borghese fino allo scorso febbraio ed è in questa cornice che è stato girato il film su uno dei grandi geni del Barocco.

Infine, verrà presentato l’attesissimo “Michelangelo-Infinito”, in programma per il 20 settembre alle 20.00 al Castello Sforzesco. Un emozionante viaggio attraverso le opere e la vita di un artista grandioso ed eterno. Grazie alle riprese in ultra HD, sarà possibile mostrare immagini mai viste prima, punti di vista nuovi e suggestivi, ricostruzioni ed effetti digitali sofisticati che immergeranno lo spettatore in un’esperienza capace di far vibrare tutte le corde dell’anima.

Ermanno Olmi

Il cinema entra quasi di diritto nel mondo dell’arte presentandocela in vesti affascinanti e rinnovate, oltre che da angolature che l’occhio umano non riuscirebbe a catturare. In questo modo il cinema si fa immagine che racconta se stessa. Ma quando si unisce all’arte, non assistiamo ad un mero esercizio estetico. Grazie all’equilibrata combinazione tra sospensione dell’incredulità e narrazione cinematografica, possiamo entrare, anche se per un momento, nelle vite spesso sregolate di artisti contraddittori e dall’animo ribelle e inquieto. Ed ecco che le loro opere si arricchiscono di un ulteriore livello di analisi e riflessioni altrimenti ammantate nel buio.

Nuove sfumature si aggiungono a quelle della poeticità ed emotività che un’opera d’arte è capace di evocare e il cinema si dimostra, ancora una volta, strumento di fruizione su larga scala, capace di emozionare e rapire lo sguardo e l’anima dello spettatore.

Valeria Bove per MIfacciodiCultura

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.