“On the road for 17527 miles”: Google maps e “On the road” di Kerouac

0 598

On the road for 17527 miles è un’edizione speciale, nuova ed innovativa del grande romanzo, capolavoro del ‘900, On the road, scritto da Kerouac nel 1951. Questa nuovo libro è un e-book, che si trova gratuitamente on line, che segue letteralmente il viaggio realizzato dall’autore attraversando gli Stati Uniti. L’ideatore di questo progetto è un giovane studente ventiseienne tedesco: Gregor Weichbrodt. Come ha fatto uno studente a tracciare tutto l’itinerario del romanzo capo saldo della beat generation? Semplice: Gregor mediante la creazione di una driving app e grazie a Google maps è riuscito a garantire la massima verosimiglianza del viaggio passo dopo passo.

On the road for 17527 miles si presenta come un lavoro minuzioso e scritto in modo molto dettagliato ed analitico, quindi non aspettatevi un romanzo o un saggio, ma proprio un consultorio, una guida per i veri appassionati del genere. Gregor Weichbrodt infatti ha segnato tutti i riferimenti stradali e geografici presenti su On the road per poi unificarli unendoli su Google mapsOn the road for 17527 miles è un viaggio analitico, dettagliato quasi matematico e che quindi lascia poco spazio alle emozioni, alla ricerca e all’avventura, sebbene sia diviso in volumi, in capitoli, che ripercorrono fedelmente le avventure di Kerouac, di certo la prosa non è minimamente paragonabile al classico On the road. Il volume quindi sarà una vera e propria chicca per i grandi appassionati di viaggi che vogliono ripercorrere le strade di Kerouac, anche se la notizia che Gregor Weichbrodt non avesse terminato di leggere il libro e che non ne fosse stato nemmeno entusiasta ha provocato qualche critica e sospetto.

Non sono un grande fan di Jack Kerouac, lo devo ammettere. Non ho nemmeno letto l’intero libro.

È forse proprio per questo motivo che non posso esprimere, a mia volta, un mio vero e proprio entusiasmo per questo lavoro, poiché la mancanza di passione lo ha reso freddo distaccato e dettagliato e quindi decisamente in contrasto con i sentimento provati dai protagonisti di On the road  a me trasmessi durante la lettura del romanzo.

Perché sì, ad essere sinceri, On the road for 17,527 miles sarà anche una descrizione particolareggiata, ma cosa lascia all’immaginazione? Cosa  lascia di improvvisato se viviamo un viaggio già scontato, già dettagliato e analizzato? Anche perché il vero senso del viaggio di On the road di Kerouac era leggermente differente e si può riassumere in queste poche parole:

Sal, dobbiamo andare e non fermarci mai finché non arriviamo.
Per andare dove, amico?
Non lo so, ma dobbiamo andare.

Turco Gianmaria per MifacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.