Estate europea: due mostre all’insegna dell’introspezione

0 604

Due grandi mostre all’insegna dell’approfondimento psicologico della figura dell’artista animeranno questa estate europea: Milano e Madrid offriranno infatti, rispettivamente in chiave contemporanea e rinascimentale, un viaggio introspettivo nell’arte di due grandi maestri. Si tratta di due approcci alla tematica della scoperta dell’interiorità e dell’indagine sociale completamente differenti, ma allo stesso tempo tanto simili e speculari.

Lorenzo Lotto, Ritratto di gentildonna nelle vesti di Lucrezia, olio su tela, 1533 (dettaglio)

A Madrid presso il Museo del Prado, sarà infatti visitabile la mostra Lorenzo Lotto e il ritratto, una ricca monografica che presenterà al pubblico trentotto dipinti, dieci rari disegni e circa quindici oggetti che raccontano la genesi della ritrattistica del grande maestro veneziano. L’idea di affiancare oggettistica d’epoca alle opere dell’artista – piccole sculture, gioielli, abiti d’epoca – vuole essere un aiuto per comprendere ed entrare in profondità nella vita e nel modo di essere di Lorenzo Lotto, rivelando i suoi interessi, le sue passioni e le sue condizioni sociali. Oggetti che spesso vengono inclusi anche all’interno dei dipinti, come simboliche testimonianze della cultura materiale del tempo. La mostra, che sarà visibile fino al 30 settembre 2018, è stata minuziosamente curata dal direttore del Prado Miguel Falomir in collaborazione con il docente d’arte moderna all’Università di Verona Enrico Maria dal Pozzolo. I capolavori esposti vogliono mostrare l’immensa profondità psicologica presente nell’opera di Lotto, resa ancora più interessante e misteriosa dall’estrema meticolosità e precisione nella realizzazioni di dettagli che spesso contengono significati simbolici e occulti. Misteri talvolta resi ancora più affascinanti dai segreti che avvolgono gli anonimi protagonisti dei suoi ritratti.

Mauricio Ianes durante una performance alla 32° Biennale d’Arte di San Paolo

A Milano, invece, dal 5 al 19 luglio 2018 sarà possibile assistere alla performance Untitled (Dispossession) dell’artista brasiliano Maurício Ianês, che vivrà all’interno del PAC per due intere settimane. Qui Ianês avrà a disposizione solo dell’acqua proveniente dai bagni del museo, tutto il resto del necessario alla sua sopravvivenza dovrà essere fornito dai visitatori. L’artista, che a San Paolo è anche stilista di punta, ha avuto modo di studiare durante la sua carriera con Marina Abramovic, della quale si riconoscono alcuni insegnamenti. In questo caso il corpo dell’artista brasiliano diventa il mezzo per la realizzazione un’indagine sociale, un’investigazione sul mondo contemporaneo fatto di forti conflitti e contraddizioni. Durante la performance lo spettatore coprirà quindi un ruolo attivo, avrà la possibilità di decidere delle proprie azioni e, in questo modo, di mostrare le diverse sfaccettature presenti all’interno della società attuale. Si tratta di un esperimento che non risparmia ai visitatori emozioni forti e profondi spunti di riflessione. Essi dovranno infatti prendersi cura dell’artista, nutrirlo, coprirlo, e facendo questo saranno portati a meditare su temi importanti, quali la povertà, la fame, la carità e la solidarietà. Ai visitatori verrà chiesto di confrontarsi con una realtà scomoda, che mette in soggezione, ma che al tempo stesso porta a riflettere su ciò che accade nel mondo intorno a noi, ponendoci di fronte alla sofferenza e al disagio, offrendo però anche la possibilità di intervenire, di poter fare qualcosa.

Lorenzo Lotto, Ritratto di Marsilio Cassotti e della sua sposa Faustina, olio su tavola, 1523

Se avete l’occasione di capitare in queste due splendide città, non dimenticate di segnarvi in agenda questi speciali appuntamenti: sapranno portare una ventata di fresca novità in questa afosa estate europea.

Lorenzo Lotto. Portraits
A cura di Enrico Maria dal Pozzolo e Miguel Falomir
Museo del Prado, Madrid
Dal 19 giugno 2018 al 30 settembre 2018

Untitled (Dispossession)
A cura di Maurício Ianês
PAC, Milano
Dal 5 luglio 2018 al 19 luglio 2018

Beatrice Obertini per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.