La FIAF inaugura a Bibbiena la mostra fotografica “La Famiglia in Italia”

0 371
La Famiglia in Italia
La Famiglia in Italia

È una delle tematiche d’attualità più discusse, oggi come oggi, quella della famiglia. La famiglia intesa secondo molteplici aspetti: la nascita, la costituzione, la crescita, il genere, l’educazione, la gestione economica e quant’altro. In Italia, come a livello internazionale, dire famiglia oggi significa dire molto altro, significa affrontare una parte del Paese non indifferente, significa affrontare il cambiamento. Dunque, la storia della famiglia deve essere indagata in base alle sue trasformazioni, che siano di carattere sociale, politico, sessuale nel corso del tempo. Questo, infatti, è quanto ha voluto fare la FIAF, ovvero la Federazione Italiana Associazioni Fotografiche (che si prefigge di divulgare l’arte e la funzione sociale della fotografia dal 1948 in tutto il territorio nazionale, senza fini di lucro), grazie alla mostra La Famiglia in Italia. Sicuramente fattori come il fenomeno dell’immigrazione e il trattamento che purtroppo la donna ha subito in determinati periodi storici devono essere tenuti in considerazione, e così l’interpretazione fotografica della FIAF sul tema risulta sempre più attuale. L’esposizione di questo progetto nazionale si terrà da giugno a settembre 2018 a Bibbiena, in provincia di Arezzo, presso il Centro Italiano della Fotografia d’Autore. La sede del Centro, per volontà della Federazione, è nata proprio in questa località della Toscana, e la sua attività punta maggiormente alla valorizzazione della fotografia italiana nel periodo compreso tra il secondo dopoguerra e il mondo d’oggi.

La Famiglia in ItaliaLa Famiglia in Italia innanzitutto risponde alla domanda “cosa è dunque la famiglia oggi?”. E se l’articolo 29 della Costituzione dichiara che essa sia una società naturale fondata sul matrimonio, attualmente questa affermazione è contestabile, se si pensa alle famiglie allargate, alle coppie di fatto, alle unioni civili. Proprio in virtù di queste trasformazioni, in virtù del fatto che la diversità e la modernità possano comunque raccontare accoglienza, rispetto e amore all’interno di un nucleo famigliare, la FIAF ha scelto di raccontare tutto questo secondo le più varie sfaccettature. La famiglia, innanzitutto, dovrebbe essere il luogo della propria intimità, il proprio rifugio, che, condiviso, porta a conoscere le famiglie degli altri, per avere uno sguardo aperto verso chi abbiamo attorno. Infatti, i fotografi che hanno aderito a questo progetto si sono ispirati prima alle realtà affettive personali, per poi indagare il fenomeno secondo una prospettiva collettiva.

Quando si attiva un progetto il momento dell’idea è quello più creativo, ma questa volta è stato facile. Il settantesimo compleanno della Federazione e il suo essere istituzione analoga a quella della famiglia era una constatazione fin troppo ovvia. Se la famiglia è solidarietà, reciproca assistenza e fratellanza, allora la FIAF è una famiglia formata da chi si è scelto e si riconferma, di anno in anno.

Roberto Rossi,  Presidente FIAF

Dunque, raccontare la famiglia è raccontare un po’ l’Italia, questo il messaggio che la mostra fotografica vuole lanciare. Pensare e ripensare la famiglia vuol dire ripensare anche al nostro Paese, con tutte le trasformazioni che sta vivendo. E, ovviamente, raccontare la famiglia vuol dire anche raccontare sé stessi, le proprie radici e i propri sentimenti – e sarebbe meglio senza pregiudizio e senza vergogna, per affrontare le proprie scelte con serenità.

La Famiglia in Italia
A cura della FIAF
Centro Italiano della Fotografia d’Autore, Bibbiena (AR)
Dal 16 giugno al 9 settembre 2018

Francesca Bertuglia per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.