“Photoconceptual”: la fotografia fra arte ed ironia durante la Photo Week

0 573
Un ritratto di Alighiero Boetti

Arte concettuale e ironia: possono due mondi agli antipodi ritrovarsi in una mostra? La risposta è sì nel caso dell’esposizione Photoconceptual, che propone uno sguardo diverso sul mondo della fotografia artistica contemporanea, inserendosi nel programma della seconda edizione della Photo Week, che coinvolgerà Milano dal 4 al 10 giugno. Sette giorni ricchi di impegni, incontri, progetti editoriali e ovviamente mostre e percorsi artistici tutti dedicata alla fotografia. I temi prediletti sono quelli della fotografia di moda e quella dei fotoreportage, ma a Milano in questa prima settimana di giugno si può trovare un’offerta talmente variegata da affascinare anche i meno appassionati a questa particolare disciplina che sta sempre più emergendo come vera e propria forma d’arte, al pari della pittura o della moda. Tanti sono gli eventi organizzati a Milano, e tutti si tengono in posti istituzionali quali (per citarne solo alcuni) il Museo Poldi Pezzoli, La Triennale, la Galleria Carla Sozzani, Armani Silos, Accademia di Brera; la cornice di questi musei o gallerie non fa altro che ribadire l’importanza che sta sempre più acquisendo la fotografia nel mondo dell’arte e dei suoi estimatori. In mezzo a tante iniziative, c’è anche quella presa dalla Galleria Conceptual, in un tranquillo angolo della grande metropoli milanese. Si è svolto lunedì 4 giugno il vernissage sull’esposizione intitolata Photoconceptual proprio in onore della Photo Week, che ha per tema la fotografia concettuale fra arte ed ironia.

Molti sono gli scatti proposti, tutti molto diversi fra loro; ci sono fotografie in bianco e nero, foto in cui il colore la fa da padrone, close up, foto artistiche e foto -che con chiave ironica – vogliono riprendere gli scatti glamour delle riviste patinate. I nomi degli artisti coinvolti sono di fotografi importanti come Araki, Giulio Paolini, Sandy Skoglund, Hermann Nitsch, Giuseppe Desiato.

La collettiva, come spiega Roberto Mutti, direttore artistico della Photo Week, è «un’esposizione fatta artisti differenti fra loro che però contribuiscono allo stesso modo, a mostrare un ventaglio di sfumature in cui la fotografia si declina, diventando così il mezzo di comunicazione privilegiato nello specifico ambito dell’arte concettuale».

Il concettualismo è quindi l’elemento base di Photoconceptual, che come ogni appuntamento di arte contemporanea necessita di una buona dose di apertura mentale (e in questo caso di ironia) per essere compreso. Le foto sono tutte di ottima qualità e di indubbia maestria, ma alcune sono destinate ad essere osservate e apprezzate più di altre. Molto attuale la foto che ritrae una donna afro in costume da bagno, scattata dall’artista Deana Lawson: amante della cultura africana, ama fotografare le donne afroamericane ed in questo scatto particolare, oltre a rappresentarne la bellezza, vuole anche fare della sottile ironia sulle modelle eccessivamente magre e spigolose, e quasi sempre di carnagione diafana che calcano le passerelle o dilagano sulle copertine dei giornali.

L’esposizione, consigliata, sarà visitabile fino al 24 giugno 2018, ed, in occasione della Photo Week, la Galleria sarà eccezionalmente aperta dalle 14.00 alle 20.00.

Photoconceptual
Galleria Conceptual, Milano
Dal 4 al 24 giugno 2018

Ilenia Carbonara per Mifacciodicultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.