The Crossrail Culture Line: a Londra anche l’Elizabeth Line si veste di arte

0 251
A Cloud Index

The Crossrail Culture Line è l’innovativo progetto ideato da Futurecity per la nuovissima linea metropolitana di Londra dedicata alla Regina. La Elizabeth Line, caratterizzata da un colore sui toni del lilla tanto cari a Sua Maestà, mira ad essere la linea di trasporto veloce più all’avanguardia della città, non solo in fatto di tecnologia ma soprattutto per l’arte contemporanea. Una serie di istallazioni degli artisti più in voga del momento verrà posizionata lungo tutta la linea per rivoluzionare il modo di percepire il trasporto pubblico e l’esperienza delle migliaia di passeggeri che ogni giorno la percorreranno. La Elizabeth Line è il più grande progetto di infrastrutture in Europa, denominato in onore della Regina e precedentemente noto come Crossrail e come tale non poteva che mirare all’eccellenza anche in fatto di arte.

The Crossrail Culture LineLa linea Elizabeth è destinata a ridefinire il trasporto della città con percorsi più rapidi, più facili e più accessibili che metteranno in collegamento il  Berkshire e il Buckinghamshire all’Essex, attraversando la City. The Crossrail Culture Line, in collaborazione con otto Gallerie d’Arte di Londra, ha selezionato un gruppo di artisti adatti a renderla il fiore all’occhiello del Tube tramite la più grande commissione collaborativa di autori. Le stazioni di Paddington, Bond Street, Tottenham Court Road, Farringdon, Liverpool Street e Canary Wharf Crossrail diventeranno presto nuove gallerie pronte ad accogliere le prime istallazioni, in vista del completamento definitivo della linea. Questo primo nucleo di stazioni, verrà accompagnato dalla creazione di una linea coerente dove il colore prediletto della regina conviverà con la contemporaneità delle istallazioni.

Ogni galleria ha selezionato un’artista ed un progetto, e risuonano i nomi di: Spencer Finch per Lisson Gallery, Darren Almond per White Cube a Bond Street, Douglas Gordon e Richard Wright per Gagosian Gallery a Tottenham Court Road, Simon Periton  per Coles HQ a Farringdon, Yayoi Kusama e Conrad Shawcross  per Victoria Miro a Liverpool Street, Chantal Joffe per Whitechapel Gallery a Whitechapel e Michal Rovner  per PACE Gallery a Canary Wharf.

Spencer Finch ha realizzato a A Cloud Indexuna tassonomia di oltre 25 tipi di nuvole che saranno incorporate all’interno del vetro delle stazione, confermando la sua passione per i fenomeni naturali. I 120 metri della stazione di Paddington, progettata da Weston Williamson, si trasformano in un grande acquarello, dando vita ad un’atmosfera magica.
Douglas Gordon e Richard Wright, vincitori del Premio Turner, realizzeranno per Tottenham Court Road Crossrail due progetti distinti che  conviveranno con l’istallazione del 2015 del francese Daniel Buren e gli iconici mosaici di Eduardo Paolozzi, risalenti al 1984. Wrigth per la biglietteria orientale, creerà un incantesimo sul soffitto, che come in un dipinto verrà ricoperto di inafferrabili foglie d’oro, che dialogheranno con l’atmosfera un pò retrò del luogo. Più cool e in linea con Soho, sarà l’istallazione di Douglas Gordon nella biglietteria occidentale di Dean Street: un Exquisite Corpse. Su tre grandi schermi video verranno proiettate le immagini di personaggi simbolo dell’identità del quartiere più in vista della città.

The Crossrail Culture LineThe Crossrail Culture Line si propone di portare l’arte nei tunnel di Londra, per farne un centro pulsante di contemporaneità ed innovazione. Creare un’esperienza visiva subliminale per i visitatori,permetterà loro non solo di apprezzare le istallazioni ma di riscoprire anche la storia di ogni stazione; ogni progetto nasce in stretto rapporto con il luogo ed è il frutto di una sapiente commistione di arte, architettura ed ingegneria. Futurecity, come suggerisce lo stesso nome, ha radicato in sè l’obiettivo di creare città altamente tecnologiche, capaci di appagare lo sguardo ed entrare nella storia, attraverso istallazioni artistiche ridondanti, capaci di fare eco al nome della città. Nel 2016 aveva realizzato per la città Illuminated River, che aveva illuminato il Tamigi con 15 istallazioni site specific su ogni ponte. Futurecity ha realizzato nel mondo grandi progetti come  la metro di Melbourne, Wembley Park ,Avenue to the Arts di Boston, Eden Project e tanti altri progetti guidati dalla stessa ricerca di innovazione.

Tottenham Court Road

Elizabeth Line grazie a The Crossrail Culture Line sarà irrimediabilmente una linea metropolitana all’avanguardia, ma riuscirà cotanta bellezza a far dimenticare i ritardi nei lavori e l’esorbitante costo di un regale progetto? Certo, le istallazioni appagheranno gli occhi dei visitatori e ci mostreranno una Londra capace di essere in linea con la contemporaneità, ma siamo sicuri che è qualcosa di davvero innovativo?  Non saranno le prime Stazioni dell’ Arte? Qualcosa di simile è già stato fatto a Napoli con l’inflazionata stazione di Toledo e con le altre, meno note ma comunque valide. Londra non poteva offrire alla sua Regina qualcosa di già visto, il concetto è lo stesso ma è la scala che non vuole paragoni. Si tratta di un progetto colossale che accoglie anche l’arte. Attenderemo pazientemente la fine dei lavori, per un viaggio nel Tube più famoso del mondo a testa in su.

Martina Conte per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.