Pareti, amore e fantasia: “Without Frontiers – Lunetta a colori” risveglia Mantova

0 450
Without Frontiers – Lunetta a colori

Cos’hanno in comune artisti come Corn79, Panem et Circenses e Made514? Hanno partecipato al progetto Without Frontiers – Lunetta a colori, nato nel 2016 in occasione dell’anno di Mantova Capitale italiana della cultura e riproposto nel 2017. Proprio ieri ha preso il via la terza edizione del fortunato esperimento, a cura di Simona Gavioli e Giulia Giliberti dell’associazione culturale Caravan SetUp, in collaborazione con l’associazione culturale torinese Il Cerchio e le Gocce. L’evento di arte urbana e arte pubblica si svolge a Mantova nel quartiere della periferia nord Lunetta, già interessato da diversi programmi di rigenerazione urbana e sociale, proprio con lo scopo di migliorarne la vivibilità e di catalizzare l’attenzione di tutti i cittadini sulle sue potenzialità più o meno nascoste. I palazzi sono diventati i fogli di un gigantesco diario, sul quale scrivere una storia di apertura e socialità, le cui lettere si colorano di mille sfumature.

L’opera di Vesod a Lunetta

Without Frontiers ha visto il coinvolgimento di artisti nazionali ed internazionali che hanno realizzato opere e imponenti wall painting, azioni performative e relazionali; così l’universo visivo del quartiere si è trasformato e ad oggi le opere realizzate sono ben 14. Per capire l’entità dell’intervento facciamo qualche esempio: Corn79 ha solcato i muri della città con le sue caratteristiche forme circolari, eco moderna di antichi mantra indù e di mandala buddisti, Elbi Elem ha ripreso le forme schematiche e geometriche del mondo architettonico per creare dei piccoli giochi illusori fatti di triangoli e cerchi infiniti, l’artista olandese Zedz si è ispirato a Mondrian, tracciando uno spartito di pieni e di vuoti, sul quale i raggi del sole possono ogni giorno suonare una melodia nuova. Cubi e colori sono state le parole chiave con cui Etnik ha costruito agglomerati di solidi, sospesi nel nulla cosmico di uno sfondo chiaro, l’iconografia classica si è frammentata in decine di sfaccettature, pur mantenendo l’integrità e la grazia originali, nei disegni di Vesod  e gli elementi floreali hanno assunto uno status da cittadini, grazie a Fabio Petani, che ha spalmato i loro profili sulle pareti con la stessa naturalezza con cui si chiude un fiore a seccare tra le pagine di un vecchio libro. Indicativa infine l’opera di Bianco & Valente: una scritta di luce che dice semplicemente Ti Voglio Conoscere.

L’artista Joys con una sua opera

Date le premesse, il terzo capitolo si preannuncia pieno di colori e fantasia, che si raddoppiano, visto che si prevede un programma suddiviso in due fasi: la prima andrà dal 26 Aprile al 4 Maggio e avrà il titolo di Una nuova pelle. Il protagonista sarà quest’anno JOYS, pseudonimo di Cristian Bovo, che realizzerà un’opera di circa 800 mq sulla facciata del palazzo di Viale Piemonte, simbolica porta d’ingresso al quartiere. Un pantagruelico banchetto di inconfondibili forme tridimensionali sfamerà la curiosità di tutti coloro che vorranno addestrarsi tra le superfici labirintiche di Lunetta, per perdersi tra i colori e le immagini e scoprire che l’altra faccia della città coincide con l’essenza della nostra natura di esseri umani. La cittadinanza è poi chiamata direttamente in causa grazie al coinvolgimento dell’Istituto Carlo D’Arco: gli studenti svilupperanno un progetto nel quale mostreranno la loro particolare idea del tema di una nuova pelle che ricopra le pareti cittadine, tramite il linguaggio della fotografia.

La seconda fase del progetto si svolgerà invece dal 18 al 24 giugno 2018; obiettivo da raggiungere sarà la presenza di oltre 20 opere, un naturale ampliamento di quello che ormai è diventato un vero e proprio Museo a Cielo Aperto.

Without Frontiers  – Lunetta a colori
A cura di Simona Gavioli e Giulia Giliberti
Quartiere Lunetta, Mantova
Dal 26 aprile al 4 maggio e dal 18 al 24 giugno

Erica Beccalossi per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.