AAA Accogliere ad Arte? A Napoli si può fare!

0 542

AAA Accogliere ad Arte è l’ambizioso progetto di promozione culturale nato nel 2014 da un’idea di Progetto Museo, che si propone di mostrare le infinite bellezze di Napoli attraverso percorsi condivisi in cui il visitatore possa davvero scoprire l’anima della città. Accompagnare il visitatore significa raccontargli una storia che va ben oltre la semplice storia o la descrizione artistica, significa accoglierlo in un mondo vivo e pulsante, ricco di sfaccettature, che chiede di essere svelato e narrato soprattutto con grande umanità. A questo proposito, il progetto non è rivolto solo al personale museale o agli operatori turistici, ma a tutte quelle categorie che si occupano di accogliere i turisti fin dal loro primo arrivo in città. Così oltre 200 componenti tra membri della Polizia Municipale, tassisti di Consortaxi e TaxiNapoli e dipendenti di Napoli Servizi, tra custodi di chiese e musei e informatori di infopoint sono stati coinvolti in cinquantadue visite guidate. L’obiettivo è quello di creare una fitta rete di accoglienza, fatta di persone animate dalla stessa passione e volta a prendersi cura dei visitatori, immettendolo nel cuore pulsante della città.

L’iniziativa è stata appoggiata e condivisa da le Catacombe di Napoli, gli Incurabiliil Complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, il Museo Civico Gaetano Filangieri, il Pio Monte della Misericordia, il Museo Cappella Sansevero, il Museo e Real Bosco di Capodimonte, il Palazzo Zevallos Stigliano, Il Cartastorie / Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli, il Museo MADRE e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Il progetto è stato realizzato con il contributo di Reale Mutua, il patrocinio del Comune di Napoli e del MIBACT,il patrocinio morale di Unione Industriali Napoli e Federalberghi.

Il bilancio dell’ultimo anno è stato più che fiorente: AAA Accogliere Ad Arte da settembre 2017 a febbraio 2018 ha accompagnato oltre 200 persone, 80 agenti di Polizia Municipale, 60 tassisti di Consortaxi e TaxiNapoli e 80 dipendenti di Napoli Servizi, tra custodi di chiese e musei e informatori di infopoint, in 52 visite guidate negli 11 musei promotori del progetto. Quello che si vuole creare è un effetto moltiplicato, donare la bellezza della conoscenza dei luoghi cardine della cultura napoletana agli operatori, che ogni giorno entrano in contatto con il sempre crescente numero di turisti che approda a Napoli e merita di non essere abbandonato a se stesso, ma guidato con sapienza, consapevolezza e grande umanità. La certezza è che la conoscenza e la bellezza siano contagiosi e chi ha avuto il privilegio di vivere i luoghi dell’arte, inevitabilmente trasmetta a chi li circonda quella stessa curiosità e voglia di scoprire. Così facendo, non si avranno solo un numero limitato di operatori turistici formati, ma una vera comunità dell’accoglienza, capace di riscattare un territorio ricco di arte.

La storia del nostro Paese ci insegna ogni giorno che non basta avere inestimabili capolavori e monumenti per poter vivere d’arte, che non è il fatto stesso di esistere che li rende spesso fruibile. Quello che ci vuole è una fitta rete di accoglienza, capace di guidare gli spaesati turisti e immetterli nell’ottica di una vera e propria visita guidata, fornendogli non solo materiali esplicativi, assistenza ma soprattutto un punto di riferimento certo. Le nostre città pur essendo abbondantemente ricche di siti, sono quasi sempre impreparate in fatto di accoglienza, poco elastiche ai bisogni dei visitatori e non esattamente competitive. Il turista, italiano o straniero che sia, necessita di essere facilitato e il più possibile favorito nella visita. L’idea portante di AAA Accogliere ad Arte risponde a questa necessità impellente di incanalare il flusso di turisti e offrirgli qualcosa di più del semplice girovagare. Il modo in cui una città si presenta è il primo bigliettino da visita di ogni luogo d’arte e curare i minimi dettagli, rendere confortevole l’arrivo, il trasporto e poi la visita in sè è un lusso che bisogna potersi permettere. Non è un caso che da agosto 2016 si è voluti essere presenti con un nuovo punto di accoglienza turistica all’aeroporto di Napoli.

In questa ottica, AAA Accogliere ad Arte ha scelto di guardare molto avanti e per il 2018 si propone di accogliere nuove categorie professionali: dipendenti del porto, dipendenti ANM, addetti all’accoglienza negli alberghi, ristoratori attraverso ottanta incontri e visite guidate e 400 ulteriori persone coinvolte. La città di Napoli da tempo ormai ha avviato una serie di iniziative volte a migliorare e a depurare l’immagine di sé, cercando di offrire sempre qualcosa in più in fatto di intrattenimento, cultura e formazione. Tra le tante e a volte discutibili iniziative, il progetto di AAA Accogliere ad Arte è sicuramente una marcia in più per far vivere la smisurata bellezza di una città che ha voglia di mostrarsi al mondo.

Martina Conte per MIfaccidiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.