Giudizio Universale: la Cappella Sistina e Michelangelo diventano un live show

0 684

È stato mostrato per la prima volta al pubblico il 15 marzo scorso presso l’Auditorium Conciliazione di Roma il grande live show Giudizio Universale. Michelangelo and the secrets of the Sistine Chapel. All’altezza delle aspettative sin da subito, lo spettacolo ha lasciato il pubblico soddisfatto e visibilmente emozionato.

Giudizio Universale
La Cappella Sistina

Si tratta del primo show prodotto da Artainment Worldwide Shows dove l’arte incontra lo spettacolo e dove il Giudizio Universale di Michelangelo diventa un live show che, se farà successo, sarà pronto a girare tutto il mondo.

In scena attualmente fino al 31 maggio prossimo, Giudizio Universale. Michelangelo and the secrets of the Sistine Chapel porta la firma, insieme alla consulenza scientifica dei Musei Vaticani, di Marco Balich, famoso produttore e direttore artistico che tra i vari lavori annovera l’organizzazione delle cerimonie di apertura dei Giochi Olimpici di Torino 2006 e Rio 2016 e di chiusura di Sochi 2014.

Una tecnologia avanzatissima applicata al live entertainment che coniuga danza, teatro e musica e vanta la collaborazione di artisti del calibro di Sting e Pierfrancesco Favino. È proprio sulle note di Sting, che ha composto l’intero tema musicale e canta in latino, che l’attore italiano Pierfrancesco Favino da la voce, nelle due versioni italiano e inglese, al grande Michelangelo. «È stato un piacere e un privilegio e spero anche qualcosa di utile in quanto noi italiani spesso ci scordiamo di avere intorno a noi così tanta bellezza» queste sono state le parole di Favino.

Giudizio Universale. Michelangelo and the secrets of the Sistine Chapel
Giudizio Universale. Michelangelo and the secrets of the Sistine Chapel

Costo dell’intera produzione dello spettacolo? Circa 9 milioni di euro, finanziati perlopiù da privati tra cui Tim come primo partner ufficiale.

Marco Balich ha inoltre voluto sottolineare che non si tratta assolutamente di un musical, ma di un vero e proprio live show innovativo che il 60 minuti accompagnerà lo spettatore nella Roma del 1508 per assistere alla straordinaria creazione del Giudizio Universale e della Cappella Sistina, immedesimandosi nei tormenti e ossessioni di Michelangelo e analizzando ciò che passa nel momento dell’idea e il momento della creazione. Un nuovo punto di vista sulla straordinaria genesi di uno dei luoghi più incredibili e meravigliosi dell’arte mondiale visitato da milioni di persone all’anno.

Uno spettacolare effetto immersivo e ipnotico: la storia di un genio e la nascita di un capolavoro che sembrerà quasi di poter toccare con mano, le opere d’arte prendono vita ed il pubblico entra in un luogo inaccessibile, il visitatore viene letteralmente travolto dalla potenza del capolavoro vivendo un’esperienza oltre che estetica anche emotiva e spirituale.

Metà sala dell’Auditorium è stata coperta da un telo per le proiezioni a 270°, dalle pareti al soffitto.

«Lo spettacolo restituisce il privilegio che solo i tecnici provano, salendo sui ponteggi durante i restauri della Cappella Sistina, ma non intende sostituirsi affatto alla visita vera» afferma la direttrice dei Musei Vaticani Barbara Jatta.

Si tratta di un’unione tra tradizione e innovazione che ai giorni nostri non deve assolutamente mancare, Lo show ha la straordinaria capacità di coniugare l’aspetto storico con quello artistico, la possibilità di vedere dei particolari del Giudizio Universale e della Cappella Sistina estremamente da vicino. Si tratta inoltre anche di un messaggio di fede grazie appunto alla consulenza scientifica del Vaticano stesso.

Maria Cristina Merlo per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.