“Pompeii, The infinite life”: dal Vesuvio alla Cina, il viaggio di Pompei nel Celeste Impero

0 689

A partire dall’8 febbraio la bellezza imperitura di Pompei sarà indiscussa protagonista in Cina con la mostra itinerante Pompeii, The infinite lifeNata dall’iniziativa della società ChinaMuseum di Pechino e realizzata in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, centoventi reperti di terracotta, bronzo e oro, accanto a frammenti di affreschi dell’area vesuviana, risalenti all’epoca romana, viaggeranno verso la Cina, facendo tappa in 5 dei maggiori musei del Celeste Impero. Ogni tappa sarà occasione di un incontro con il patrimonio archeologico locale: le testimonianze di Pompei dialogheranno di volta in volta con i reperti della dinastia Shang e Zou, con i guerrieri di terracotta o con ciò che resta dell’antica civiltà di Erligang.

I visitatori orientali avranno la possibilità di ammirare uno spaccato di Pompei: dal paesaggio al concetto di domus pompeiana, approfondendo in particolar modo le sezioni legate alla vita quotidiana e alla ricostruzione degli ambienti domestici, con un occhio di riguardo alla tecnologia.
Tra i reperti esposti, spiccano per magnificenza la stupenda statua marmorea del Satiro e il celebre balneum del calidarium proveniente dalla Villa della Pisanella a Boscoreale, uno degli ambienti termali privati meglio conservati della storia antica, in cui il pubblico orientale potrà scoprire l’ingegnoso apparato di tubature dell’idraulica romana.
Dagli stessi sterminati depositi proviene un altro reperto, alquanto singolare: un antico rocchetto con un filo di seta di probabile produzione cinese, che potrebbe ben simboleggiare il legame tra due grandi imperi di un tempo e due grandi Paesi di oggi.
Accurati allestimenti ricostruiranno i diversi ambienti della domus pompeiana, cuore del progetto espositivo, mentre proiezioni e videomapping permetteranno di apprendere le vicende della città sepolta dalla voce di personaggi legati alla sua storia, in un percorso che, partendo dal dramma dell’eruzione, sottolineerà l’eternità della bellezza sopravvissuta.
Tutte queste meraviglie di epoca romana appartengono ai depositi del MANN e costituiscono il preludio per un riallestimento definitivo del museo napoletano. Nei prossimi mesi si rimetteranno in funzione ulteriori sale, per far largo alle nuove esposizioni di Pompei che accoglieranno le famose armi gladiatorie e altri oggetti rari, fino a quando, al ritorno dalla Cina nel 2019, vi si affiancherà anche il balneum di Pisanella.

Ma la mostra non è solo il racconto, quasi mitologico, di una delle città più ammirate dell’antichità, è qualcosa di infinitamente più profondo. È il dialogo tra due imperi millenari che nel mondo antico dominarono incessantemente, senza conoscersi direttamente: quello romano e quello cinese. L’aquila e il drago espressero una dimensione di ordine, di organizzazione e di cultura non paragonabili con altri imperi, costituendo un modello anche per i potentati che sorsero successivamente. Quindi, oggi, è più che opportuno, è necessario organizzare esposizioni che affrontino temi legati alla vita quotidiana e all’arte della civiltà romana, partendo da Pompei che ne rappresenta la sintesi, allo stesso modo dell’esercito di terracotta e della Grande Muraglia per il Celeste Impero. Senza dimenticare che i rapporti tra Italia e Cina sono continuati nel tempo, grazie in special modo ai viaggi di Marco Polo, diventando sempre più intensi e rendendo la conoscenza reciproca sempre più profonda. Una conoscenza che la mostra itinerante metterà a disposizione del popolo orientale, promuovendo uno scambio di saperi dal sapore antico.

 

Pompeii, The infinite life

Jinsha Archaeology Museum, Chengdu
Dall’8 febbraio al 3 maggio 2018

Qin Shi Huang Mausoleum Museum
Dal 1 giugno al 24 agosto 2018

Tianjin Museum
Dal 21 settembre al 14 dicembre 2018

Wuhan Museum
Febbraio – marzo 2019 (date ancora da definire)

La quinta sede della mostra non è ancora stata sabilita

Rosa Araneo per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.