#Irish – Patrick Kavanagh, ovvero la semplicità dell’Irlanda rurale

0 1.149

Patrick Kavanagh (Inniskeen, 21 ottobre 1904 – Dublino, 30 novembre 1967) è il cantore della semplicità e della bellezza dell’Irlanda rurale, che egli canta nel suo romanzo autobiografico Tarry Flynn (1948) e nella sua opera poetica. Nato a Inniskeen, nell’Irlanda settentrionale. Abbandonata la scuola, diventa apprendista nell’attività di calzolaio del padre e lo aiuta nel lavoro agricolo. È opportuno, a mio giudizio, utilizzando una categoria marxiana, evidenziare la coscienza di classe che la professione agricola ha prodotto in Kavanagh:

Although the literal idea of the peasant is of farm labouring person, in fact a peasant is all that mass of mankind which lives below a certain level of consciousness. They live in the dark cave of the unconscious and scream when they see the light.

Kavanagh, soltanto con questa affermazione, mostra una forte e spiccata vena filosofica. Gli agricoltori del poeta irlandese sembrano gli abitanti della caverna platonica, i quali non riescono all’idea di vivere in un mondo copia di quello perfetto dell’Iperuranio.

 che Patrick Kavanagh conosce i grandi nomi della letteratura occidentale, come Dostoevskij, Emerson, Witman e anche TS Eliot

Nel 1936 Kavanagh pubblica la sua prima opera, Ploughman and Other Poems. Come risulta dal titolo l’argomento della raccolta è il mondo contadino e agricolo, privo di qualsiasi rivisitazione e idealizzazione romantica. Anche in questa prima opera, il poeta irlandese mostra l’influenza di Karl Marx nella descrizione scientifica fedele dell’Irlanda rurale agreste.

La critica dell’epoca, ancora affezionata ai moduli poetici del Romanticismo, liquida la poesia di Kavanagh come easily enjoyed, but almost as easily forgotten (“piace facilmente, ma altrettanto facilmente viene dimenticata”).

Nel 1938 lo scrittore pubblica la sua autobiografia The Green Fool. Kavanagh non esita a descrivere il contesto in cui è cresciuto e vissuto: egli racconta dei riti e della vita agreste dell’Irlanda dell’epoca. Una società ancora fortemente patriarcale, legata a storie fantastiche e alla fatica dei campi. Il romanzo dello scrittore irlandese ottiene, in questa occasione, il plauso della critica internazionale.

Nel 1948 pubblica uno dei suoi capolavori, il romanzo semi-autobiografico Tarry Flynn. Tarry/Patrick vive nella contea di Cavan (nord dell’Irlanda) assieme alle sorelle e alla madre. Oltre al lavoro nei campi, Tarry si dedica alla lettura e scrive occasionalmente delle poesie. Tuttavia, la sua vera passione sono le donne. Egli si reca in chiesa la domenica soltanto per adocchiare nuove ragazze e si divide per l’amore carnale che prova per Mary Bready e l’esaltazione quasi religiosa della giovane donna di cui è innamorato, Mary Reilly. Nel 1997 il romanzo è stato ridotto per una produzione teatrale dallo stile vivace ed energetico che tanto sarebbe piaciuto a Kavanagh stesso.  

La fama di Kavanagh è oltre legata alla poesia On Raglan Road (1946). La poesia è dedicata a Hilda, la giovanissima fidanzata del poeta (una studentessa di medicina ventiduenne). Riporto i primi versi della poesia per mostrare l’influenza dell’amore sull’Io lirico:

On Raglan Road on an autumn day I met her first and knew
That her dark hair would weave a snare that I might one day rue;
I saw the danger, yet I walked along the enchanted way

In Raglan Road, in un giorno d’autunno, l’ho incontrata e capì che i suoi capelli scuri mi avrebbero intrappolato e me ne sarei pentito. Ho visto il pericolo, ma gli sono andato incontro

Al di là della livello di notorietà in Irlanda, essa è diventata anche oggetto di canzoni, tra cui Ed Sheeran o Sínead O’Connor. 

L’opera di Patrick Kavanagh è una fotografia fedele dell’Irlanda rurale degli anni ’30- 40 del Novecento. Avrei voluto sentire la sua voce anche negli eventi dell’Irlanda degli ultimi anni, dal referendum per l’eguaglianza per i matrimoni (diventato diritto costituzionale) e, soprattuto, nella campagna per legalizzare l’aborto.

Andrea Di Carlo per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.