“Ella & John”, il primo film americano di Paolo Virzì

0 895

Ella & John The Leisure Seeker è il primo film americano di Paolo Virzì: presentata lo scorso anno alla Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia, la pellicola è stata ben accolta dalla critica ed è uscita ufficialmente nelle sale il 19 gennaio.
Il lungometraggio vede il regista italiano impegnato con artisti di calibro internazionale: i protagonisti sono interpretati da Donald Sutherland e Helen Mirren, nei panni rispettivamente di un ex professore e di sua moglie. Gli attori si calano nel ruolo di due pensionati che decidono di compiere un viaggio improvviso, sfuggendo ad un destino di malattia ed infelicità.

Il film può essere interpretato come la rappresentazione cinematografica della libertà e della dignità individuale, emerge infatti il diritto di poter scegliere un gran finale per la propria esistenza, sorridendo ed aggrappandosi alla persona amata. Dalla vicenda di Ella & John traspare una forte umanità, poiché essa dimostra le difficoltà, ma anche la forza della vita di coppia. È un film sul coraggio dello stare insieme anche durante il periodo della vecchiaia e che intende coinvolgere emotivamente lo spettatore.

La trama parla di due ottantenni che decidono di percorrere l’Old Rout 1, celebre strada americana con una forte valenza storica. Ella e John si recano a visitare la casa di Ernest Hemingway, punto di riferimento per gli amanti della letteratura moderna. Appare come un sogno per l’ex docente andare nel luogo in cui il suo scrittore preferito lavorava ai propri romanzi. I due pensionati salgono così a bordo di un camper in direzione Key West. Da lì in poi si alterneranno situazioni spiacevoli a scene di grande impatto passionale. Ella sembra quasi dimenticare la malattia che l’affligge per dedicarsi al marito e renderlo felice. L’uomo appare smemorato ma forte, mentre la moglie compensa la fragilità con la lucidità.

Helen Mirren (Hounslow, Gran Bretagna, 26 luglio 1945) nella sua carriera ha ottenuto grandi successi. È vincitrice di un Premio Oscar, tre Golden Globe e quattro Emmy Award. Risulta  tra le poche attrici ad essersi aggiudicata due Prix d’interpretation feminine al Festival di Cannes. L’Oscar è arrivato nel 2007 come migliore attrice protagonista in The Queen – La regina. La favola di Ella & John pare come una novità per l’interprete inglese, associata quasi sempre a personaggi rigidi. Donald Sutherland (Saint John, Canada, 17 luglio 1935), invece, ha ricevuto il suo Premio Oscar alla Carriera nel 2017. Non è la prima volta in cui è entrato in contatto con registi italiani: nel 1976 prese parte a Il Casanova di Federico Fellini e nello stesso anno ebbe un ruolo in Novecento di Bernardo Bertolucci.

Di Paolo Virzì (Livorno, 4 marzo 1964) è nota la passione letteraria: Mark Twain e Charles Dickens su tutti. Non sembrerebbe un caso quindi il riferimento ad un autore così importante come Hemingway nel suo ultimo lavoro. Egli oltrepassa per la prima volta i confini nazionali con la storia di Ella & John, ispirata al romanzo  di Michael Zadoorian. La pellicola ha vinto il Leoncino d’oro Agis scuola 2017, premio assegnato da una giuria di venti neo-maggiorenni. A tal proposito appare interessante capire come dei giovani abbiano premiato un film che rispecchia dei concetti apparentemente così lontani da loro. Ciò vuol dire che The Leisure Seeker può essere intesa come un’opera universale. La pellicola sarebbe stata forse adatta per portare una nomination ai Premi Oscar al noto regista italiano?

Mino Guarini per MifacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.