“Ey You!”: la Microsoft House “invasa” dai bambini haitiani fotografati da Stefano Guindani

0 883

Ey You!: la Microsoft House “invasa” dai bambini haitiani fotografati da Stefano Guindani

Passando davanti alla Microsoft House di Milano, si possono notare su un centinaio di finestre le sagome di alcuni bambini: sono i protagonisti delle fotografie di Stefano Guindani, ospitate in questa sede nella mostra Ey You!, inaugurata il 22 novembre. Oltre alle gigantografie sui vetri del palazzo, sono esposte 65 fotografie sempre relative ai bambini di Haiti. La vendita degli scatti (stampate in tiratura limitata, certificate e autografate) e del catalogo intitolato Do You Know?, edito da Skira, andranno ad aiutare i progetti della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus in Haiti, che si occupa in particolar modo di costruire scuole nelle baraccopoli della Capitale Port au Prince, là dove ogni giorni migliaia di bambini ridono, scherzano, giocano tra le mille difficoltà, apostrofando i forestieri con Ey You!.

Interessante la scelta di portare la mostra anche al di fuori del contesto espositivo: mostrare alcune immagini anche ai passanti è una scelta in un certo senso “pubblicitaria”, perché si prova ad attirare l’attenzione grazie ad immagini molto grandi, colorate e soprattutto inaspettate. In questo caso però la finalità è più che nobile, legata ad un più ampio progetto che vuole portare l’attenzione su un’area del mondo spesso dimenticata, colpita da un devastante terremoto 7 anni fa e che con fatica sta provando a ricostruirsi. Eppure Guindani ci restituisce la  gioia dell’infanzia seppur povera e difficile. Sono occhi vivaci quelli che ci racconta, vitali e indomiti, dandoci la possibilità di riconsiderare le nostre vite tra agi e comodità ma forse meno felici e spensierate.

Da segnalare infine che sabato 2 dicembre Stefano Guindani terrà presso la Microsoft House il workshop Sul Set con Stefano Guindani: ad ingresso gratuito, potranno parteciparvi dieci persone selezionate attraverso un contest.

Non è stata una mia scelta, sono stati i bambini a entrare con forza nel mio obiettivo. Ad Haiti i bambini sono dappertutto con i loro sorrisi, con le loro fragilità, con la loro allegria e spontaneità. Ho visto bambini sofferenti e malnutriti, li ho fotografati perché non ci si dimentichi di loro, ma ho fotografato anche tanti bambini gioiosi, bambini che – nonostante abbiano una baracca per casa e giochino a piedi scalzi nelle fogne a cielo aperto, hanno una carica vitale che ti sorprende e ti cattura. Li ho fotografati per dare un messaggio di speranza, un invito a non rassegnarsi.

Ey You!
Microsoft House, Milano
Dal 22 novembre 2017 al 6 gennaio 2018
Col patrocinio del Comune di Milano e il contributo di Fujifilm Italia, Microsoft Italia, Artemide

Carlotta Tosoni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.