Maria Callas: la voce e il mito in mostra allo Spazio Eventi Tirso di Roma

0 510

Maria Callas: la voce e il mito in mostra allo Spazio Eventi Tirso di Roma

Era il 16 settembre 1977 quando moriva Maria Callas, grandissimo soprano e diva del jet set, personaggio amatissimo ormai iconico. La Callas tra il 1948 e il ’58 visse a Roma: la città ha deciso di renderle omaggio in occasione del quarantennale della sua morte con la mostra Callas e Roma – Una Voce in Mostra presso lo Spazio Eventi Tirso. Il percorso espositivo, proprio incentrato su quei dieci anni romani della Divina, propone fotografie, costumi di scena (come lo splendido abito di Violetta indossato nella Traviata), video, carteggi (come quello con Luchino Visconti) e bozzetti, il tutto accompagnato dalla soave voce del più celebre soprano della storia.

L’idea di questa mostra è quindi quella di dar vita ad un racconto personale, quasi fatto in prima persona dalla Callas, che ci conduce nel suo periodo italiano tra alti e bassi, dall’esordio alla Dolce Vita, dai fischi nel 1958 per quella Norma al Teatro dell’Opera interpretata non al meglio a causa del raffreddore con conseguente ritiro nei camerini alla fine del primo atto, fino al cinema: per esempio in mostra troviamo i gioielli che la Callas indossò per l’intensa Medea di Pier Paolo Pasolini, film che la riporterà a Roma nel 1969.

Callas e Roma – Una Voce in Mostra è un’occasione per “ripassare” la vita e la grandezza di un’artista non solo di un personaggio, di una donna che mise il suo tormento al servizio della musica, donandoci preziosissime note ed emozioni. Ma anche per riflettere sul rapporto da sempre complicato che ha l’Italia coi grandi personaggi, amati e odiati, perseguitati ed analizzati in ogni loro minimo dettaglio in attesa di un loro errore.

Infine, esiste oggi un personaggio così affascinante come Maria Callas? Esiste qualcuno capace di coniugare alla perfezione talento, arte e glamour? Oggi l’ultimo aspetto è andato a soppiantare gli altri due, non è più parte integrante dell’artisticità, soppiantata da una superficialità estetica fine a se stessa. Però, Maria Callas è tutt’oggi così amata proprio perché seppe essere poliedrica e sfaccettata, ma la sua popolarità e molto probabilmente dovuta alla sua esistenza tormentata: era un’anima divina ma al contempo umana, sempre alla disperata ricerca d’amore.

Callas e Roma – Una Voce in Mostra
Spazio Eventi Tirso, Roma
In collaborazione con l’associazione musicaPERformare
Dal 12 dicembre 2017 al 21 gennaio 2018

Carlotta Tosoni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.