WoPa Temporary: un esempio di rigenerazione urbana nella città di Parma

0 2.364

WoPa Temporary: un esempio di rigenerazione urbana nella città di Parma

WoPa TemporaryLo sviluppo della città dipende oggigiorno dalla capacità di rigenerare spazi ed edifici degradati, abbandonati o inutilizzati attraverso interventi di natura culturale, sociale, economica ed ambientale finalizzati ad un miglioramento della qualità della vita, nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale e di partecipazione. È proprio sull’approccio multi partecipato che si scommette per dare alla città un aspetto nuovo e competitivo, che ne rilanci l’immagine territoriale. Tanti sono gli esempi che potremo elencare e di cui potremo scrivere a riguardo; quest’oggi però vogliamo presentarvene uno in particolare: il WoPa Temporary di Parma. Si tratta di un progetto di utilizzo temporaneo avviato nell’autunno 2014 ed indirizzato fin da subito al compimento di azioni concrete di recupero e riqualificazione dello stabile ex Manzini in via Palermo al numero 6: stiamo parlando di un complesso industriale in stato di semi-abbandono a pochi passi dalla stazione di Parma, un’area piuttosto critica e malfamata della città.

L’immobile è stato per tanti anni sede della ditta Manzini, produttrice di macchinari per l’industria alimentare, che nel 1945 ne avviò i lavori di completa ristrutturazione con la realizzazione del Padiglione Nervi. Attualmente di proprietà del Comune di Parma (solo una parte è privata con destinazioni d’uso complementari a quelle previste dal Comune), è costituito da tre strutture principali: il suddetto padiglione Nervi e due corpi di fabbrica più ridimensionati.

Associazione Workout Pasubio

L’Ordine degli Architetti di Parma, il Comune e la Fondazione Architetti di Parma e Piacenza, hanno scelto di promuovere, per questa iniziativa, un percorso di progettazione partecipata, denominato Workout Pasubio, affinché fossero i cittadini a tracciare le linee guida da adottare per restituire all’Ex Manzini un’identità precisa. I partecipanti allora, hanno voluto trasformare la struttura in una nuova fucina di progetti creativi e sociali con importanti effetti di rigenerazione urbana sia sull’immediato che sul lungo termine, esprimendo l’idea di popolare subito il luogo mediante un uso temporaneo sperimentale, approvato dal Comune, per dimostrarne concretamente le sue potenzialità aggregative.

Oggi le attività che il WoPa Temporary propone sono numerose e condivise da un numero sempre più ampio di interessati: convegni, presentazioni di libri, laboratori didattici, conferenze, mostre d’arte, spettacoli teatrali, letture per bambini, concerti, aperitivi e serate con dj set. È l’Associazione Workout Pasubio ad occuparsi della gestione e della programmazione delle attività, accogliendo regolarmente nuove adesioni da parte di tutti coloro che avanzano proposte innovative, coerenti con gli obiettivi di rigenerazione del tessuto urbano, utili rispetto ai temi del lavoro, della cultura, della formazione, della socialità e capaci di saldare nuove reti solidali all’interno della comunità di Parma.

RE POP, restart and go pop

Tra le novità, domenica 29 ottobre è stato inaugurato il primo Station Market, il mercato metropolitano che ha richiamato oltre 35 espositori da tutta Italia, presenti con vestiti, stampe, accessori, arredo vintage, libri e vinili; i venditori si sono uniti al mercatino permanente del WoPa Temporary di abbigliamento e accessori second hand in cui, ogni venerdì pomeriggio, dalle 16.30 alle 19.30 è sempre possibile vendere e comprare capi usati, scarpe e accessori in buone condizioni.
Il secondo appuntamento con lo Station Market è fissato per i primi di dicembre: la data precisa verrà comunicata prossimamente sulla pagina Facebook del WoPa Temporary Parma e prevederà un dj set a fine serata che chiuderà la giornata.

L’altra importante iniziativa di cui vi vogliamo parlare è NEON: una rassegna di concerti in programma per tutto l’inverno. Se la data inaugurale ha voluto in concerto Andrea Laszlo de Simone all’inizio del suo nuovo tour italiano, per il prossimo appuntamento invece, quello di sabato 11 novembre, è prevista l’esibizione dei Naives, definiti da Rolling Stone Italia il nuovo astro nascente della scena elettro pop internazionale; la band arriverà in Emilia Romagna dopo una doppia data a New York ed i concerti di Londra e Torino.

Per scoprirne di più vi invitiamo ad andare sul sito ufficiale dell’Associazione Workout Pasubio.

Fiammetta Pisani per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.