La Statua della Libertà è ancora oggi un simbolo di speranza?

0 2.388

La Statua della Libertà è ancora oggi un simbolo di speranza?

La Statua della Libertà: è ancora oggi un simbolo di speranza?La nostra era è sicuramente una delle più turbolenti e problematiche: il terrorismo, il drammatico fenomeno dei migranti, la crisi economico-finanziaria e le consequenziali tensioni sociali che penetrano le nostre società. Grazie a questo senso di irrequietudine, incertezza e smarrimento stanno riemergendo, in tutta la loro forza, spiriti dal sapore nazionalista: segno materiale di tutto questo è la ricostruzione di barriere tra gli Stati. I muri sono il simbolo emblematico di questo senso di paura che ci sta portando a ridimensionare il nostro concetto di libertà: siamo sempre più disposti ad essere meno liberi al fine di sentirci più al sicuro. All’opposto la libertà è stata, ed è ancora oggi, un concetto dai confini labili e discutibili, un valore sfuggente che ha avuto però la forza di smuovere le masse alla rivolta per poterla ottenere: si pensi alla Rivoluzione Francese e Americana, le quali nascono dalla spinta di quel pensiero illuminista che fa della libertà, intesa come capacità di autodeterminarsi  dell’uomo moderno, uno dei suoi perni. Ma dal punto di vista puramente rappresentativo, e precisamente figurativo, se da un lato abbiamo il muro, dall’altro lato cosa ci immaginiamo? A cosa si pensa quando si parla di libertà? Quando si cerca di rispondere a tale domanda non si può non rivolgere la mente ad un simbolo che porta nel suo stesso nome ciò di cui si sta parlando: la Statua della Libertà.

La Statua della Libertà: è ancora oggi un simbolo di speranza?
Frédéric Auguste Bartholdi

La Liberty Enlightening the World (suo nome completo), uno dei monumenti più visitati al mondo, per quale motivo è chiamata in questo modo e cosa rappresenta? Per dare una adeguata risposta si deve prima di tutto accennare alla sua origine. Si sono ricordate le due grandi rivoluzioni dell’Ottocento ed è proprio nell’amicizia tra Francia e USA che nacque l’idea della famosa statua: Édouard René de Laboulaye e Frédéric Auguste Bartholdi, il primo storico e il secondo e scultore francese, furono gli ideatori dell’opera, in seguito donata all’alleato americano in onore della dichiarazione di indipendenza americana del 1776. La scultura fu costruita nel Vecchio Continente anche grazie al grande ingegnere Gustave Eiffel (ne progettò lo scheletro in ferro) e trasportata in nave in blocchi dalla Francia sulle coste newyorchesi il 17 giugno 1884, per poi essere innalzata sul suo basamento, costruito da Richard Morris Hunt e finanziato grazie a una sottoscrizione pubblica a causa della mancanza di fondi, il 28 ottobre 1886.

La Statua della Libertà: è ancora oggi un simbolo di speranza?La libertà viene immaginata donna (dea nell’antica Grecia) in quanto simbolo di un valore sacro e puro. Gli elementi figurativi fondamentali del monumento che ci informano sul suo significato sono la fiaccola della libertà, richiamante quel movimento illuminista ispiratore dell’indipendenza americana, quest’ultima raffigurata tramite il libro nella mano sinistra della donna e recante la data July IV MDCCLXXV (4 luglio 1776, data dell’indipendenza americana) e dalle catene spezzate ai suoi piedi. Infine le sette punte della corona stanno a rappresentare i sette mari del mondo: l’iconografia vuole trasmettere un’idea universalizzata di libertà, che vada al di là dei confini territoriali e che si “irradi” in tutte le direzioni del globo.

La Statua della Libertà è al centro della baia di Manhattan, alla foce fiume Hudson, sulla rocciosa Liberty Island. Questa isoletta fu realizzata sulla base del progetto dell’architetto Daniel McCasde appositamente per l’arrivo dell’opera degli artisti francesi. Sull’isolotto si trovano due musei: il primo, più antico, è esterno alla statua, ovvero l’Immigration Museum, testimoniante le traversate degli immigrati in cerca dell’american dream, il secondo è invece molto più recente ed è situato all’interno della statua stessa. Tappe indispensabili per chi voglia ottenere qualcosa in più rispetto alla foto di rito.

La Statua della Libertà: è ancora oggi un simbolo di speranza?I simboli sono importantissimi: in essi ci riconosciamo a punto tale da essere disposti a perdere la vita per non vedere negato il loro significato. La Statua della Libertà non fa eccezione: la libertà è un bene così personale che ci entra nella carne e nelle ossa, abbiamo il privilegio di respirarla tutti i giorni, ma ciò non deve indurci a ritenerla come definitivamente ottenuta. La libertà comporta anche l’onere di conquistarla giorno per giorno e conservarla al fine di trasmetterne l’intrinseco senso alle future generazioni affinché anche queste possano goderne e preservarla.

Pierfrancesco De Felice per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.