Al Salce di Treviso la mostra “Illustri Persuasioni. Tra le due Guerre”

0 2.204

Al Salce di Treviso la mostra Illustri Persuasioni. Tra le due Guerre

Carboni, Brillantine, 1923

Il Museo Nazionale Collezione Salce a Treviso espone fino al 14 gennaio la seconda sezione della raccolta di stampe e manifesti del collezionista Nando Salce. Avevamo parlato della mostra che il giorno 26 maggio 2017 ha inaugurato il museo trevigiano, intitolata Illustri persuasioni. Capolavori pubblicitari dalla Collezione Salce – La Belle Époque e adesso vogliamo raccontarvi un’altra parte della storia ricostruita attraverso l’esposizione Illustri Persuasioni. Tra le due Guerre. Quest’ultimo è il secondo di tre cicli espositivi in programma e mette insieme un ricco repertorio di stampe realizzate tra gli anni Venti e Trenta del Novecento.

Nando Salce, insieme alla moglie Regina Gregory, raccolse oltre 30.000 manifesti di grande livello, grazie anche all’aiuto di editori, tipografi e cartellonisti che contribuirono ad alimentare la sua passione, nata quando, ancor diciottenne, comprò la sua prima locandina al prezzo di una lira, passione che lo accompagnò tutta la vita fino al dicembre 1962, data della sua morte.

Durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale la grafica assume un ruolo fondamentale nella comunicazione e, grazie alla sua potente forza persuasiva, è stata utile non solo a promuovere i consumi, ma soprattutto a diffondere la propaganda di regime.

Leonetto Cappiello e Marcello Dudovich, sono solo due dei tanti ideatori del tempo, avendo sperimentato nuovi strumenti di comunicazione tramite un linguaggio unico ed efficace con il quale hanno dato vita a modelli pubblicitari sempre validi.

La direttrice del museo, Marta Mazza, ha spiegato la difficile selezione che si è dovuta effettuare per la scelta delle stampe da esporre:

La disponibilità del materiale nel periodo 1920-1940 è enorme. Nando Salce aveva collezionato di quegli anni circa dieci mila esemplari.

L’ambiente e la cultura di quest’epoca viene identificata, nell’immaginario collettivo, attraverso gli eleganti cartelloni dei cafè chantant, i manifesti dei locali di Montmartre, i cabaret e lo champagne, le morbide forme di donne che indossano abiti raffinati e gentiluomini col cilindro.

Sicuramente questo è stato un periodo di progressi nel campo della scienza: l’invenzione della macchina, del cinema, della radio e del primo aereo, contribuirono ad un diffuso grande ottimismo. Un periodo in cui, come disse Marcello Dudovich, «non si poteva non avere fiducia nell’avvenire» e forse, anche per questo, la consideriamo un’epoca d’oro e ancora oggi decoriamo le pareti delle nostre stanze con queste affascinanti  riproduzioni.

La scelta di articolare il percorso espositivo in cinque sezioni caratterizzate dal dialogo tra la grafica e le altre arti, permette di accedere alle opere con diverse chiavi di lettura:

Riccobaldi, Fiat, 1928
  • Tra Avanguardia e Realismo magico trova connessioni con la pittura,
  • Stile ’25 confronta grafica ed illustrazione,
  • Il “personaggio-idea” e il “pugno nell’occhio” spiega il senso del toro su fondo giallo per Bouillon Kub, realizzato da Cappiello nel 1931 (immagine di copertina),
  • Grafica e fotografia riporta le sperimentazioni europee d’avanguardia (cubiste, dadaiste, costruttiviste…) che dal primo ventennio del Novecento hanno dato vita ai primi fotomontaggi e riproduzioni fotografiche,
  • Basta un sorriso dimostra come sia nata l’immagine pubblicitaria della donna moderna e consapevole, virtuosa, ma anche tentatrice.

A conclusione di questo percorso espositivo è previsto il terzo ed ultimo ciclo espositivo che racchiuderà gli anni dal Secondo Dopoguerra al 1962: così, in poco meno di un anno, il pubblico avrà modo di vedere l’intera collezione del grande collezionista Ferdinando Salce, detto Nando.

Illustri Persuasioni. Tra le due Guerre
A cura di Marta Mazza
Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
Dal 14 ottobre 2017 al 14 gennaio 2018

Marta Previti per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.