Autunno 2017: ecco le grandi mostre in arrivo

0 1.910

Autunno 2017: ecco le grandi mostre in arrivo

Boltanski

Quest’anno il rientro dalle ferie estive sarà all’insegna dell’arte: tante le mostre autunnali e gli eventi italiani ed internazionali che caratterizzeranno il prossimo autunno, accompagnandoci per tutti gli ultimi mesi del 2017.
Molte esposizioni inaugurate nella primavera/estate di quest’anno chiuderanno i battenti durante il mese di agosto, ma altrettante proseguiranno fino ai mesi freddi dell’anno o inaugureranno tra settembre e ottobre: ecco allora qualche consiglio su quali esposizioni gli appassionati di arte e cultura non devono assolutamente perdere!

Anime. Di Luogo in Luogo è il progetto speciale di Christian Boltanski inaugurato a giugno che coinvolgerà l’intera città di Bologna fino al 12 novembre con installazioni poste in luoghi chiave della città. Il nucleo centrale è il MAMBo, che raccoglie alcune opere dell’artista esposte per la prima volta in Europa. In autunno poi la città sarà travolta dalla rivoluzionaria arte dei geni del XX secolo con Duchamp, Magritte, Dalì… I rivoluzionari del Novecento, ospitata dal 16 ottobre dal Palazzo Albergati, dove ora è in corso MIRÓ! Sogno e colore, mostra che dal 4 ottobre passerà al Palazzo Chiablese di Torino. Il capoluogo piemontese infatti a sua volta proporrà diverse ed interessanti esposizioni: oltre all’artista-poeta catalano, imperdibile è l’appuntamento con Giovanni Boldini alla Reggia di Venaria, la cui mostra sarà il 29 luglio e durerà fino al gennaio 2018.

Van Gogh Tra il grano e il cielo a Vicenza ad ottobre

Per quanto riguarda le mostre la cui apertura è decisamente attesissima, il mese di ottobre si aprirà con le travolgenti pennellate di Van Gogh a Vicenza. La mostra dal titolo Van Gogh. Tra il grano e il cielo, in programma dal 7 ottobre fino al 8 aprile 2018, si propone come la più grande esposizione monografica sull’artista mai realizzata in Italia, con oltre 120 opere tra dipinti e disegni provenienti da tutto il mondo, per raccontare questo straordinario artista. Rimanendo sempre in Veneto, altra città protagonista del programma artistico del prossimo autunno è Rovigo: a Palazzo Roverella il 23 settembre aprirà Secessione. Monaco Vienna Praga Roma. L’onda della modernità: le quattro città europee Capitali delle Secessioni sono raccontate attraverso meravigliose opere, tra le quali non mancheranno quelle di Klimt e Schiele.

Novità anche per Roma dove al Complesso del Vittoriano dal 19 ottobre verrà ospitata una splendida esposizione dedicata a Monet. Sono circa 60 le opere, provenienti dal Musée Marmottan Monet, che racconteranno il lavoro del grande artista dalle celebri caricature fino alle monumentali Ninfee. Sempre in questa sede, a novembre partirà Foto. 100 Anni di fotografia Leica: a cura di Hans-Michael Koetzle, sarà un omaggio alla rivoluzione fotografica iniziata dalla Leica.
Ma anche il Vittoriano è protagonista di un passaggio di consegne proprio come il bolognese Palazzo Albergati: Botero qui ora in corso, il 21 ottobre passerà all’AMO – Palazzo Forti di Verona, andando ad aumentare l’offerta artistica veneta.

Monet, protagonista al Complesso del Vittoriano a Roma

Non sarà da meno Milano con due grandi mostre autunnali a Palazzo Reale: una dedicata a Caravaggio e una a Toulouse-Lautrec che si preannunciano essere davvero interessanti. Dentro Caravaggio aprirà i battenti il 29 settembre, giorno di nascita del Merisi, e vuole essere una mostra evento che analizzerà il processo creativo alla base delle sue opere, scavando nell’interiorità dell’artista. La mostra Il mondo fluttuante di Toulouse-Lautrec, invece, verrà inaugurata ad ottobre e porterà il colore e la vivacità della Parigi di fine secolo che ha caratterizzato lo stile dell’eccentrico artista francese. Sempre a Milano, il 14 ottobre inaugurerà al Museo della Permanente Chagall. Sogno di una notte d’estate, una mostra-spettacolo unica nel suo genere che non si limita a semplici proiezioni, ma al coinvolgimento totale dello spettatore: in Francia ha registrato ben 580.000 visitatori, sarà replicato il successo in Italia?
Al MUDEC invece il 13 settembre prenderà il via EGITTO – La straordinaria scoperta del Faraone Amenofi II: il Museo delle Cultura dedica un’ampia esposizione alla misteriosa ed antichissima civiltà egizia.

Ma l’autunno 2017 non finisce qui. Ferrara aveva annunciato già un anno fa la grande mostra monografica Carlo Bononi, L’ultimo sognatore dell’officina ferrarese: questa sarà la giusta occasione per poter approfondire un artista sconosciuto anche tra gli esperti d’arte, la mostra infatti si preannuncia essere una missione, per far conoscere al grande pubblico uno dei più grandi maestri dell’arte ferrarese.

Si sa, l’arte non si trova solo nelle gallerie ma è tutta intorno a noi, soprattutto sui muri delle città. Quest’anno a Dozza, l’11 settembre, prenderà il via la consueta Biennale del Muro Dipinto, l’evento che porta nuovo colore e nuova arte nella cittadina della provincia bolognese, una grande manifestazione riservata agli artisti noti e meno noti, menti creative e street writer pronti a regalare la loro arte sui muri dei vicoli storici del paese.

Carlo Bononi. L’ultimo sognatore dell’officina ferrarese

Sul piano internazionale, alcune mostre autunnali verranno inaugurate nei più importanti musei del mondo: Monet sarà protagonista anche al Detroit Institute of Arts (dal 21 settembre al 4 marzo 2018), mentre al MET dal 31 ottobre si terrà un’esposizione monografica dedicata a Munch. La Tate Modern di Londra ha scelto invece di omaggiare l’Italia con le opere di Modigliani, in mostra dal 23 novembre al 2 aprile 2018.

Come disse Picasso:

L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni.

L’autunno non è mai stato più artistico! Tanti gli eventi e le esposizioni che scuoteranno un po’ di polvere dall’animo delle persone, colorando gli ultimi mesi del 2017 con attività ispiranti che permetteranno di uscire dalla solita routine quotidiana con una varietà di artisti tale da soddisfare anche gli osservatori più esigenti.

Sara Govoni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.