Il cacciatore nella segale, ovvero Il giovane Holden

Certi libri ti stregano. Certe vite che ci stanno dentro, pure. Il giovane Holden di J.D. Salinger, pubblicato il 16 luglio 1951, mi ha stregato da sempre. E la vita di Holden Caufield, protagonista principale del romanzo, pure.

Non saprei dire se Holden sia il mio eroe o il mio anti-eroe. Ma di lui amo tutto.

Holden3jpg (1)Di Holden amo il suo anticonformismo inconcludente, i suoi sogni possibili e impossibili come fuggire da New York chissà come, andare forse un giorno nell’ovest a costruirsi una casa in montagna e poi magari sposarsi e poi chissà che. Di Holden amo proprio i suoi “chissà come” e i suoi “chissà che, la sua vita placidamente vissuta come su un’amaca che ti sballonzola tra l’ignavia e il sogno, e quel dondolio che alla fine è tutto.

Di Holden amo la sua insensatezza, le sue domande che ti lasciano a bocca aperta o ti fanno saltare i nervi. «Dove vanno le anatre di Central Park d’inverno, quando il lago ghiaccia?». E provate voi a rispondere! Io ancora non ci sono riuscita, ma ogni tanto me lo chiedo, quando ho bisogno di una domanda senza risposta per ubriacarmi di fantasia. Pensate che una volta era primavera, avevo il sole in faccia e i soffioni che volavano sopra la mia testa, e mentre mi chiedevo dove andassero le anatre di Central Park d’inverno, ho pensato, dove vanno i soffioni d’inverno? E ho immaginato che si nascondessero dentro alle nuvole. Chissà se è vero.

Di Holden amo la sua poesia un po’ strabica, come riuscire a vedere tanta bellezza in una stupida palla di neve da portarsela in giro come un tesoro, stretta in un palmo di mano, come se lì dentro, in quella stupida palla di neve, ci fosse tutto il bene del mondo.

Di Holden amo i suoi sogni, perché sono come visioni profetiche, e sono l’unico posto al mondo in cui lui è felice e riesce finalmente ad essere un eroe, come confessa alla sorellina Phoebe.

  • Sai cosa mi piacerebbe? Se solo per una cazzo di volta potessi scegliere? Hai presente quella canzone che dice «Se ti prende al volo qualcuno mentre cammini in un campo di segale»? Ecco, io vorrei…
  • Dice «Se ti viene incontro qualcuno mentre cammini in un campo di segale». È una poesia. Di Robert Burns.
  • Credevo dicesse «Se ti prende al volo qualcuno mentre cammini in un campo di segale». Ad ogni modo io mi immagino sempre tutti questi bambini che giocano in un grande campo di segale. Migliaia di bambini, e in giro non c’è nessun altro – nessuno di grande, intendo – tranne me, che me ne sto fermo sull’orlo di un precipizio pazzesco. Il mio compito è acchiapparli al volo se si avvicinano troppo […]. Non farei altro tutto il giorno. Sarei l’acchiappabambini del campo di segale.
Il giovane Holden - The catcher in the rye
Il giovane Holden

Di Holden amo la meraviglia di quel verso storpiato di Robert Burns che si apre all’improvviso su un’immagine di libertà e di salvezza, quella dei bambini che giocano felici in un campo di segale e lui, proprio lui, l’inutile Holden Caufield, pronto ad “acchiapparli al volo” e a metterli in salvo un attimo prima che cadano nel burrone.

Amo Holden in versione The catcher in the rye, che è anche il titolo inglese del romanzo che si trascina l’allusione, immediata ed efficace nella cultura americana, al ruolo di “ricevitore” nel gioco del baseball (il catcher appunto) e al rye wiskye, un distillato prodotto con almeno il 51% di segale.

Amo Il giovane Holden. A noi questo romanzo di formazione è arrivato con questo titolo, semplice ed essenziale, perché certo Il cacciatore nella segale non sarebbe stato evocativo di alcunché, e non avrebbe significato nulla.

E io al giovane Holden voglio un gran bene. Amo davvero tutto, ma proprio tutto di lui, anche la sua tristezza, i suoi occhi depressi sul mondo, e la sua vigliaccheria. La sua vigliaccheria poi, lo confesso, la amo molto. Perché in fondo è l’unica ragione che lo tiene al mondo. 

Antonella Fumarola per MIfacciodiCultura

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
By on luglio 16th, 2017 in Articoli Recenti, BOOK Crossing

RELATED ARTICLES

Leave Comments

19 + 11 =

Su Facebook

Su Instagram

Su Twitter