“Vincent in love. Il lavoro dell’anima”: viaggio sentimentale nel cuore di Van Gogh

0 1.054

Vincent in love. Il lavoro dell’anima: viaggio sentimentale nel cuore di Van Gogh

Vincent in love. Il lavoro dell'anima: viaggio sentimentale nel cuore di Van GoghQuanti di voi si saranno domandati come fosse la vita sentimentale di Vincent Van Gogh, il pittore solitario, dal carattere tormentato e impetuoso che stentava a stringere normali relazioni sociali? Ebbene, il romanzo Vincent in love. Il lavoro dell’anima scritto da Giovanna Strano, ha approfondito questo aspetto poco conosciuto della vita del grande Van Gogh, dimostrando come la sua tormentata affettività sia stata in verità un tassello fondamentale per lo sviluppo della sua arte.

Il romanzo, edito da Cairo Editore, è stato presentato in anteprima nazionale il 20 giugno scorso a Bologna in occasione della mostra multimediale Van Gogh Alive – The Experience, visitabile fino al 30 luglio nella splendida cornice della chiesa sconsacrata di San Mattia.

Vincent in love. Il lavoro dell'anima: viaggio sentimentale nel cuore di Van Gogh
Vincent van Gogh, Agostina Segatori nel Café du Tambourin

La presentazione, promossa da MiBACT e Comune di Bologna, è stata introdotta dal giornalista Antonio Selvatici e la lettura di alcuni brani tratti dal romanzo è stata accompagnata dalle note del pianista Marcelo Cesena.

Non si poteva trovare un’ambientazione migliore, si tratta infatti di una delle mostre su Van Gogh più visitate di sempre: più di 3000 immagini di grandi dimensioni proiettate in altissima definizione su schermi giganti dal soffitto al pavimento permettono al visitatore di immergersi in tutto e per tutto tra le più belle e famose opere dell’artista, il tutto accompagnato dalle meravigliose sinfonie di Vivaldi, Schubert e molti altri.

Dietro a Vincent in love. Il lavoro dell’anima vi è una ricerca approfondita svolta dall’autrice che si è recata personalmente nei luoghi propri a Van Gogh e che ha abilmente saputo trasmettere a parole il coinvolgimento emotivo che questo viaggio spazio-temporale crea nell’anima. Si tratta di un romanzo interiore, che lega lettore e artista in un rapporto intimo ricco di sensazioni. È grazie a questo pellegrinaggio nei luoghi della vita tormentata di Van Gogh che si riesce meglio a comprendere le ragioni più intime di quel modo di essere turbolento proprio del grande pittore.

Van Gogh Alive – The Experience, Bologna

Il protagonista è l’amore: l’amore turbolento, contrastato, l’amore che tutti noi proviamo e che ha fatto innamorare anche Van Gogh. «Vincent vuole essere ascoltato per quello che è veramente» dice Giovanna Strano: è il Van Gogh prima dei malesseri psichici e dell’automutilazione quello raccontato, è un uomo che vuole amare ed essere amato. Anche le donne sono protagoniste: dalla cugina Kee dal viso dolce e le labbra morbide, a Sien, la donna di strada dallo sguardo triste a cui lui chiederà di sposarlo; c’è poi la vicina di casa Margot Begemann, la più pura di tutte, e Agostina Segatori, la modella italiana e sua musa, dal carattere forte e che non volle legarsi a nessuno.

Vincent in love. Il lavoro dell’anima è un viaggio alla scoperta del Van Gogh innamorato che collega i Paesi Bassi a Siracusa, città natale dell’autrice Giovanna Strano che nella vita fa il Dirigente Scolastico del neonato Polo formativo per le arti e la tecnologia della sua città. La Strano ha inoltre coinvolto i suoi allievi nel progetto: la copertina del romanzo è stata ideata dagli studenti di grafica del Liceo Artistico come la sezione audiovisiva e multimediale, ed hanno inoltre partecipato alla realizzazione dello spot pubblicitario e del video promozionale.

Maria Cristina Merlo per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.