Frank Lloyd Wright: mostre ed eventi per i 150 anni dalla nascita

0 553
Frank Lloyd Wright: mostre ed eventi per i 150 anni dalla nascita
Guggenheim Museum, New York

Un personaggio fra i più emblematici della storia dell’architettura, elemento cardine del Movimento Moderno, profondo amante dell’uomo e della natura: stiamo parlando di Frank Lloyd Wright (Richland Center, 8 giugno 1867 – Phoenix, 9 aprile 1959), l’architetto statunitense dalle mille sfaccettature che studiò nel profondo l’abitare americano. Le sue opere divennero linee guida per le generazioni a venire ed i suoi insegnamenti sono le fondamenta del pensiero architettonico occidentale dei giorni nostri. Un uomo eccentrico, dalla straordinaria cultura, dai mille interessi e dall’intelletto sopraffino, che stravolgeva continuamente la propria vita con fughe amorose e trasferimenti all’estero.

Per gli USA è motivo d’orgoglio aver dato i natali ad una personalità così influente: si è perciò deciso di realizzare una serie di eventi per rendere omaggio all’esuberante genio architettonico che ha dato alla luce opere come The Fallingwater, il Guggenheim Museum, la Robie House. Hanno dunque preso il via interessanti iniziative in occasione del 150° anniversario della sua nascita, avvenuta a Richland Center l’8 giugno del 1867: mostre, workshop e conferenze saranno organizzati in otto diversi musei americani, avendo così l’occasione di conoscere meglio Lloyd Wright e avere spunti di riflessione sul suo personaggio.

Le celebrazioni hanno inizio nel celebre museo newyorchese del Guggenheim, uno dei capolavori più significativi di Wright: per tutto il mese sarà possibile prendere parte a iniziative speciali come tour gratuiti e lezioni di architettura, ma anche suggestive mostre di fotografia che immortalano l’edificio in costruzione.

Al Museum of Modern Art di New York è invece possibile ammirare la mostra Frank Lloyd Wright at 150: Unpacking the Archive, inaugurata il 12 giugno. Si tratta della raccolta di una vasta documentazione dal valore inestimabile, che offre l’occasione di conoscere numerosi e variegati aspetti dell’incessante ricerca di Wright. Si passa dagli strumenti più comunemente utilizzati dagli architetti, come modelli, stampe, disegni, o schizzi, ad altri meno convenzionali, come interviste radiofoniche e televisive, fotografie, oggetti di memoria. È particolarmente interessante il fatto che questa mostra non si limiti ad essere semplicemente un’emulazione, ma abbia lo scopo di essere qualcosa di ancor più dinamico e accattivante: gli studi e le opere dell’architetto sono infatti raccontati anche attraverso un’ottica critica, che può in qualche modo favorire e stimolare un pensiero personale in merito alle tematiche affrontate.

Frank Lloyd Wright: mostre ed eventi per i 150 anni dalla nascita
Frank Lloyd Wright

Un’altra mostra importante è quella allestita al National Building Museum di Washington, intitolata Wright on the wall. Qui l’attenzione si focalizza sulle opere dell’architetto, che essendo circa un migliaio vengono suddivise per macro-tematiche: edifici residenziali, commerciali, luoghi di culto, automobili, dettagli decorativi. Anche in questo caso non si tratta di una semplice mostra, poiché in un certo senso consente ai visitatori di poter rendere proprie alcune opere: si può dare sfogo alla propria fantasia colorando e personalizzando stampe e modellini vari. Per i più giovani c’è inoltre l’opportunità di prendere parte a workshop, conferenze, e tour guidati.

Tra i luoghi che celebrano l’architetto, non poteva certo mancare The Fallingwater, la cosiddetta Casa sulla cascata, in Pennsylvania. Un’opera certamente emblematica, forse quella che riesce trasmettere in maniera più efficace la poetica di Wright: una perfetta fusione tra abitazione e ambiente naturale, in  cui la natura viene percepita anche tra le mura domestiche, con un rapporto di stretta continuità con il contesto. La Fallingwater è un monumento visitabile e per l’occasione sono state programmate qui una serie di lezioni di storia dell’architettura, tutti i giovedì da luglio ad agosto. Sono inoltre previste delle visite guidate alla mostra Wright for Wright: the Experimental Architecture of Frank Lloyd Wright’s Home: l’argomento fondamentale è come il tema abitativo, tanto caro all’architetto americano, sia stato affrontato e messo in atto nelle sue opere.

Molto particolare è anche l’idea messa a punto nella Casa Studio di Wright, a Oak Park: qui i più giovani hanno l’occasione di partecipare ad un campo estivo incentrato sulla progettazione architettonica.

L’8 giugno la Robie House a Chicago, sempre opera del nostro, ha invece ospitato una conferenza, intitolata The Art Of Life: Frank Lloyd Wright and the Organic Nature of Japanese Art con lo scopo di affrontare l’importante tema dell’influenza giapponese nel nucleo del pensiero architettonico di Wright, un elemento piuttosto rivoluzionario nel panorama architettonico occidentale.

Poi abbiamo la cosiddetta Taliesin, situata nel Wisconsin e conosciuta come la scuola di architettura fondata da Wright stesso, che esporrà delle fotografie significative che immortalano la quotidianità dell’architetto.

Frank Lloyd Wright: mostre ed eventi per i 150 anni dalla nascita
Robie House, Chicago

Altra opera di Wright che ospiterà le celebrazioni dell’anniversario è il palazzo della compagnia Sc Johnson a Racine nel Wisconsin, dove sono messe in mostra numerose miniature di edifici privati: quest’occasione offre uno spunto di riflessione su come il pensiero di Wright abbia influito sulla concezione architettonica dell’abitazione.

Insomma, per chi ha la fortuna di potervi partecipare si tratta di una celebrazione molto interessante e significativa, ricca di iniziative poco convenzionali ma particolarmente stimolanti. Molte di esse sono infatti organizzate in un’ottica di dinamismo che coinvolge i visitatori in maniera diretta, offrendo spunti alla riflessione ma anche occasioni in cui è possibile partecipare in maniera attiva e personale. È dunque molto di più di un semplice omaggio, così come Frank Lloyd Wright è stato molto di più di un semplice architetto.

Adele Pittorru per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.