Uno sguardo al passato: la riscoperta del giornale cartaceo

0 903

Uno sguardo al passato: la riscoperta del giornale cartaceo

Uno sguardo al passato: la riscoperta del giornale cartaceoIl giornale cartaceo non è del tutto fuori moda. In un momento storico in cui l’informazione e la cultura vengono trasmesse principalmente via Internet, c’è ancora chi crede nella vecchia forma di giornalismo. E riesce anche ad avere ragione. Sembra un paradosso, ma in questo contesto l’antimodernità è la chiave per ottenere visibilità.

Negli ultimi anni, infatti, la scrittura sul web sembrava aver ottenuto una vittoria definitiva nei confronti della carta. Ma non solo in ambito giornalistico: anche per quanto riguarda la letteratura, c’è chi preferisce l’eBook al classico libro. Per quanto riguarda la diffusione di notizie, il web ha conferito, più del giornale cartaceo, la possibilità ad ogni utente di condividere il proprio punto di vista. Non è raro, ad esempio, trovare su Facebook personaggi senza un minimo di autorevolezza e con centinaia di migliaia di seguaci che propongono un’informazione distorta.

Uno sguardo al passato: la riscoperta del giornale cartaceoContro questo fenomeno di disinformazione, nascono oggi varie riviste, che vedono nel giornale cartaceo l’unico sistema in grado ostacolarla. O almeno limitarla. A Roma, un collettivo di ragazzi, ha realizzato una rivista indipendente e controcorrente: l’hanno chiamata, proprio per tali ragioni, Scomodo. Questo giornale, fondato circa un anno fa, si regge sull’entusiasmo dei ragazzi e, da un punto di vista economico, su una continua raccolta fondi, arrivata circa a 25 mila euro, alimentata dai vari lettori. Vengono organizzati anche eventi, le Notti Scomode, in cui offrono manifestazioni culturali. A collaborare per Scomodo, dice il collettivo, ci sono circa 200 persone. Il loro obiettivo non è solo quello di arrivare ai giovani: il giornale è per tutti, propone un’ informazione critica, quindi si rivolgono a tutti coloro che hanno interesse di approfondire.

E, appunto, la scelta del giornale cartaceo non è casuale:

La scelta della forma cartacea è stata fondamentale. L’informazione sul web è composta da notizie flash, esprimibili in 140 caratteri […]. L’informazione, soprattutto oggi che si sente continuamente parlare di disinformazione, analfabetismo funzionale e disinteresse, sta tutta nell’approfondimento delle questioni, nel donare al lettore le chiavi per capire la realtà che ci circonda. Questa informazione “lenta, critica e indipendente” è possibile solo attraverso un giornale cartaceo.

Ma non c’è solo Scomodo nel panorama di questo grande ritorno alla rivista.

Ghali: il futuro del rap è saper attrarre pubblico con argomenti "impegnati"?Tuttavia, tra il giornalismo tradizionale e quello online, intercorrono differenze che rendono i due ambiti apparentemente inconciliabili. I due tipi di giornale hanno forme di comunicazione completamente opposte. Anche a livello di scrittura. Scrivere su carta e scrivere online non è la stessa cosa. Inoltre il giornale cartaceo ha una trasmissione di notizie piuttosto piatta e, soprattutto i lettori del nuovo millennio, non sono stimolati dalla lettura di un semplice articolo scritto su un quotidiano. La notizia sul web può essere invece arricchita con l’aggiunta di video, immagini di una qualità sicuramente più alta rispetto alla carta, che rendono la notizia più invitante per chi vuole leggerla.

Tuttavia non si tratta di un vero e proprio scontro in cui l’uno deve necessariamente annullare l’altro. Il rapporto di sinergia che c’è tra i due mondi sussiste proprio nel fatto che ora i grandi quotidiani nazionali hanno un proprio sito web, dove si possono consultare le notizie.
Alcuni di questi siti propongono però solo una parte della notizia, che si può approfondire comprando il giornale cartaceo o abbonandosi al sito.

Il web alimenta la carta. La carta alimenta il web.

Ma in questa dicotomia tra vecchio e nuovo la prerogativa deve essere soltanto una: l’attenzione alla notizia.

Francesco Dalla Casa per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.