“Ottanta Nostalgia”: un viaggio nei mitici anni Ottanta

0 1.943

Ottanta Nostalgia: un viaggio nei mitici anni Ottanta

Ottanta Nostalgia: un viaggio nei mitici anni OttantaWOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano diventa una macchina del tempo e fino al 1° ottobre ci catapulta nei mitici anni Ottanta con la non-mostra Ottanta Nostalgia, realizzata in collaborazione con BrianzaLUG, Gli Anni 80, Il Massimo dei giocattoli, Paninaro, TUTTO SPOT 80 e YuushiLand.

Come comunica la coloratissima locandina disegnata appositamente da Claudio Sciarrone, l’esposizione non intende proporre uno specifico approfondimento storico-sociologico-culturale di uno dei decenni più controversi della seconda metà del Novecento, ma vuole essere solo un viaggio divertente alla riscoperta di passioni, icone e simboli che ci hanno fatto diventare grandi. Vuole essere dunque una non-mostra/omaggio ai mitici anni Ottanta, periodo che ha influenzato tra eccessi e mode i nuovi quarantenni e che sta ritornando in una veste modernizzata a dettare le nuove tendenze. Ricordiamo quegli anni come un periodo magico: sfido chiunque a negare i capelli cotonati, i colori fluo, gli album delle figurine Panini, le sigle dei cartoni animati cantate a squarciagola, tutto ciò che ha contribuito a trasformare i piccoli ragazzini di allora in questi adulti ancora scanzonati. Tutto quello che rese, nel bene e nel male, quel magico decennio indimenticabile viene portato in scena in un percorso cronologico teso a rapire la memoria del visitatore su una linea nostalgica ed aiutare chi non ha vissuto quel periodo a comprenderlo meglio e rivalutarlo.

Ottanta Nostalgia: un viaggio nei mitici anni OttantaGli anni Ottanta sono stati incredibili: gli anni dei videogame e dei cartoni animati giapponesi, del trionfo delle TV private e delle hit parade, dei paninari e del cinema fantasy, delle serate trascorse stando incollati alla TV per seguire le avventure dell’archeologo più affascinante della storia, Indiana Jones, o a sognare i viaggi nel tempo a bordo della strabiliante DeLorean in compagnia di Doc, e dei pomeriggi appollaiati sui marciapiedi a scambiarsi i “doppioni” delle figurine. Cosa ne sanno di tutto questo i nostri giovani?

Cimeli provenienti da collezioni private affollano gli ambienti di WOW Spazio Fumetto, accompagnati dalle sigle dei cartoni animati, dalle colonne sonore dei film cult, dai video musicali delle icone della pop music: tutto evoca un ricordo, un sogno. Ogni locandina, ogni espositore è storia, la nostra, quella di chi la vita l’ha costruita sulla base degli incastri colorati del cubo di Rubik, tra le mani un walkman e una penna bic utilizzata per riavvolgere il nastro senza consumare le batterie. Siamo i figli di quel decennio colorato, eccessivo, tosto, entusiasmante, pop, un tempo che ci portiamo sulla pelle e sulle lettere del nostro nome.

Tutto di questa mostra ricorda ciò chi siamo: i grandi pannelli mostrano approfondimenti sui fatti di cronaca anno per anno, dalla tragedia di Vermicino all’attentato a Giovanni Paolo II, da Ustica alla stazione di Bologna, dall’arresto di Tortora alla caduta del muro di Berlino, da Chernobyl alla morte di Enrico Berlinguer, fino ai fatti di costume, come il matrimonio di Lady Diana e i Mondiali dell’82, al cinema e alla musica.

A raccontare il tempo sono i giocattoli, console di videogame, pagine di giornali, gli eroi dei cartoni che diventano i campioni dell’immancabile gara di ascolti contesa tra Bim Bum Bam, lo storico programma per ragazzi targato Mediaset (all’epoca Fininvest), che lanciò un giovanissimo Paolo Bonolis, e Big, il programma antagonista targato Rai. Ottanta Nostalgia è il cinema, con il grande trionfo di Steven Spielberg dall’estero e dei comici nostrani in patria, presentato da manifesti e locandine originali scelte seguendo le classifiche italiane e straniere di ogni anno. È la musica con le immancabili hit parade che vedono artisti di fama mondiale come Madonna e i Duran Duran, è il fumetto che si rivela fondamentale: negli Stati Uniti escono Watchmen e Il ritorno del Cavaliere Oscuro, che danno una nuova veste alla figura del supereroe, sono i Paninari, autentico fenomeno di costume che investì i ragazzi degli Ottanta dettando vestiario e slang.

Ottanta Nostalgia: un viaggio nei mitici anni OttantaTutto questo racconta un tempo diverso, un tempo di colori e forme troppo cari per non lasciarsi toccare nel profondo ad ogni singolo sguardo e come affermava Raf in un suo famoso brano «Cosa resterà di questi anni Ottanta, afferrati e già scivolati via…»

Ottanta Nostalgia – I mitici Ottanta tra tormentoni, successi, moda, cartoni e fumetti
WOW Spazio Fumetto, Viale Campania 12, Milano
Dal 20 maggio al 1° ottobre 2017

Nuzzi Grazia per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.