L'artista e non l'icona: Frida Kahlo. Oltre il mito: in arrivo nel 2018 al MUDEC

L’artista e non l’icona: Frida Kahlo. Oltre il mito in arrivo nel 2018 al MUDEC

Frida Kahlo, La columna rota (1944), oil on canvas 39.8 x 30.5 cm – Prestatore: Museo Dolores Olmedo – Crediti: ©Archivio Museo Dolores Olmedo/Foto Erik Meza – Xavier Otada ©Banco de México Diego Rivera Frida Kahlo Museums Trust, México, D.F. by SIAE 2017

Prima dell’icona pop c’è una grande e rivoluzionaria artista: è questo quello che ci vuole raccontare l’esposizione Frida Kahlo. Oltre il mito, che approderà al MUDEC di Milano nel febbraio 2018.

Questa mostra nasce dall’esigenza di raccontare l’arte di Frida (Coyoacán, 6 luglio 1907 – Coyoacán, 13 luglio 1954) spogliata dalla mitizzazione degli ultimi anni: l’artista messicana è ovunque, magliette, libri, poster, al pari di una rock star. Questo però è un fattore comunque positivo poiché non solo ha dimostrato come ci sia sempre più interesse e stima per figure coraggiose e di rottura, ma ha anche permesso che si puntassero riflettori sulla sua arte e per estensione anche sull’arte messicana. Ciò è sostenuto anche da Diego Sileo, curatore della mostra nonché del PAC di Milano, grande studioso di Frida: dopo il dottorato in arte contemporanea latinoamericana presso l’Università degli Studi di Udine, proprio in Messico ha studiato ed indagato l’arte della Kahlo, partecipando poi nel 2010 al gruppo di ricerca internazionale sul nuovo archivio di Frida Kahlo e Diego Rivera del Museo Frida Kahlo di Città del Messico.

Come ha spiegato Sileo, oggi Frida Kalho è quasi un brand ed il volume economico che spostano le mostre che la vedono protagonista è enorme, ma l’intento di questa ennesima mostra non è tanto quello di cavalcare l’onda del successo, ma quello di fare chiarezza da un punto di vista storico ed artistico. Quello che l’artista dipinse non fu solo frutto di un improvvisato studio della propria mente né esclusivamente l’esternazione e sublimazione della propria vita: Frida fu un’artista (la prima moderna a sua detta, intesa come attitudine, indagine e approccio all’arte) e come tale bisogna analizzarla andando oltre la leggendaria vita. Le forti passioni e i personaggi di rottura attirano: lei piace per essere stata indipendente, coraggiosa e unica pur rimanendo sempre in balia di un uomo che non la amava e rispettava abbastanza. Ma oltre a tutto questo c’è molto di più: c’è lo studio del colore, lo studio delle tecniche artistiche compresa la fotografia, dei sentimenti in generale, ma anche della politica con una forte attenzione al sociale al proprio contemporaneo.

Frida Kahlo, El suicidio de Dorothy Hale (1939), oil on Masonite with painted frame 57,8 x 48,6 cm – Prestatore: Phoenix Art Museum – Inv. N. 1960.20, Gift of an anonymous donor – Crediti: © Banco de México Diego Rivera Frida Kahlo Museums Trust, Mexico, D.F. by SIAE 2017

Frida Kahlo. Oltre il mito è un’occasione per gli appassionati dell’artista per conoscerne la produzione artistica a tutto tondo e per gli scettici per comprendere l’origine della mitizzazione del personaggio e andare oltre. Qual era il suo gusto estetico? Quali tecniche utilizzava? A quali artisti si ispirava e con quali suoi coevi si confrontava? Quale ruolo ebbe Diego Rivera nella sua formazione artistica oltre che sentimentale? A tutte queste domande la mostra si propone di rispondere nella maniera più chiara possibile.

Perché fare una mostra monografica tanto importante proprio in un museo delle culture? Perché per l’appunto, si vuole raccontare il contesto complessivo in cui l’artista operò per arrivare ai suoi quadri, partendo proprio dalla vivace cultura messicana della prima metà del ‘900.
Certo, troverà comunque spazio la vita, la sofferenza e la passione di questa grandissima donna, che finalmente può legittimamente essere definita artista e non esclusivamente artista donna.

Finalmente potremo conoscere realmente Frida Kahlo nella sua essenza più sincera, ovvero quella di persona talentuosa, sensibile, geniale ed affascinante. Se l’obiettivo sarà raggiunto lo scopriremo solo a febbraio 2018.

Frida Kahlo. Oltre il mito
A cura Diego Sileo
MUDEC, Milano
Dal 1° febbraio al 3 giugno 2018

 

 

Carlotta Tosoni per MIfacciodiCultura

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
By on maggio 19th, 2017 in Articoli Recenti, Carlotta Tosoni, L'Editoriale, Mostre, Visual & Performing ARTs

RELATED ARTICLES

Leave Comments

dieci + tredici =

Su Facebook

Su Instagram

Su Twitter