Il ritorno di “Blade Runner”: diffuso il trailer

0 1.036

Il ritorno di Blade Runner: diffuso il trailer

blade-runner
Blade Runner

Negli ultimi anni moltissimi film di successo sono stati investiti dalla “moda” dei sequel. In genere traslati a qualche anno di distanza, vogliono far rivivere emozioni ai fan di allora e, perché no, trovare un nuovo pubblico. È notizia di qualche tempo fa l’ufficialità della data di uscita di Blade Runner 2049: il prossimo 6 ottobre. È invece stato diffuso da poco il trailer ufficiale: l’attesa per questo film si fa sempre più intensa.

Facciamo un passo indietro. Perché creare il sequel di Blade Runner? Prima di tutto perché è stato uno dei film, in ambito fantascientifico, che ha riscosso maggior successo e tutt’ora esistono ritrovi di fan per discutere e rivivere uno dei capolavori di Ridley Scott. Il primo capitolo narra di questa Los Angeles nel 2019 dove vengono creati replicanti per svolgere le mansioni più difficili. Essi sono molto più forti degli stessi uomini anche se con una durata della vita assai limitata. Alcuni di essi riescono a fuggire da questa condizione e si nascono per la città con il piano di poter modificare e allungare la loro esistenza. Sarà compito del poliziotto Rick Deckard (interpretato da Harrison Ford) stanarli e far tornare tutto alla normalità. Grazie all’aiuto di Gaff (Edward James Olmos) e di Rachel (Sean Young), egli cercherà di far luce sul caso. Anche se sono intrecciate numerose tematiche nella pellicola, quella principale è inerente ai dubbi sulla propria esistenza e alle continue domande che si pongono durante il corso della vita.

8I4A2316.CR2
Denis Villeneuve

Proprio per la bellezza del film, moltissimi fan sono preoccupati per questo seguito. Non sarà più Scott il regista (che vestirà i panni di produttore) ma il canadese Denis Villeneuve. Il ruolo principale sarà di Ryan Gosling, accompagnato da Harrison Ford.

Ma Blade Runner non è l’unico film cult ad avere avuto recentemente o di cui si prevede un seguito. Tra i più attesi sicuramente ci sono sicuramente  Avatar 2 e Alien: covenant, che uscirà l’11 maggio.
I sequel sono stati nella storia del cinema molto rischiosi. Reinterpretare un grande classico è sempre molto complicato, soprattutto per via dei numerosi fan e delle loro aspettative. Negli ultimi anni per esempio è stato fatto un capolavoro con la saga di Una notte da Leoni: nonostante la trama non propriamente originale, gli autori sono riusciti a non perdere il nutrito pubblico ma anzi, lo hanno aumentato. Al contrario, i moltissimi fan di Indiana Jones avranno pianto lacrime amare all’uscita dell’ultimo film della saga nel 2008, con il solo Harrison Ford (guarda caso) ad alimentare una sceneggiatura sciatta.

Queste le parole di Villeneuve a proposito del suo compito:

È una sfida enorme, perché non si vuole fare un copia e incolla, altrimenti perché farlo? E allo stesso tempo si deve rispettare ciò che è stato fatto, quindi bisogna trovare il giusto equilibrio tra l’essere fedele al primo, portando allo stesso tempo qualcosa di nuovo che abbia senso all’universo Blade Runner.

maxresdefaultSperiamo che il secondo capitolo sia all’altezza del precedente, entrato addirittura nella lista dei 100 migliori film americani. Se fosse possibile sarebbe perfetto se qualcuno proveniente dal futuro possa farci una bella recensione, magari iniziando parafrasando la frase cult della pellicola: «Ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi».

Marco Gobbi per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.