Gli 80 anni di Cinecittà costellati di grandi successi, italiani e stranieri

0 1.817

Gli 80 anni di Cinecittà costellati di grandi successi, italiani e stranieri

Gli 80 anni di Cinecittà costellati di grandi successi, italiani e stranieri
Cinecittà

La culla del cinema italiano oggi festeggia 80 anni. La “Fabbrica dei sogni” di Federico Fellini, ovvero gli studi di Cinecittà, inaugurati nel 1937 in via Tuscolana 1055 a Roma, continuano a ospitare produzioni italiane e internazionali per la realizzazione di film, fiction, miniserie e programmi televisivi, oltre a spot pubblicitari, videoclip e grandi eventi.

La sua storia comincia durante il fascismo: il regime infatti investiva molto nel cinema come strumento di propaganda. L’idea di Cinecittà nacque anche in conseguenza a un evento particolare, ovvero la distruzione per un incendio degli studi Cines nel quartiere San Giovanni di Roma, nel 1935. L’allora“Direzione generale della Cinematografia avviò quindi il progetto, individuando l’area e affidando i primi progetti all’architetto Gino Peressutti: l’inaugurazione degli Studios fu compiuta da Benito Mussolini il 28 aprile 1937. La “Hollywood sul Tevere” ancora oggi conserva l’architettura razionalista fascista dell’epoca e vanta la produzione di oltre 3.500 film italiani e stranieri, di cui quasi un centinaio candidati agli Oscar, tra i quali ben 47 hanno ottenuto l’ambita statuetta. Tra gli anni Cinquanta e Sessanta a Cinecittà sono stati girati grandi kolossal americani (i cosiddetti Peplum) tra cui Quo Vadis?, Ben Hur e Cleopatra. Il ritorno negli Studi delle grandi produzioni d’oltreoceano si ha nel 2000 grazie a Martin Scorsese con la realizzazione di Gangs of New York con protagonista Leonardo DiCaprio, a cui seguirono Mel Gibson con La passione di Cristo e Spike Lee con Miracolo a Sant’Anna.

Gli 80 anni di Cinecittà costellati di grandi successi, italiani e stranieri
Inaugurazione di Cinecittà

Ma gli Studios sono stati anche – e soprattutto – la casa di registi italiani come Federico Fellini, che a Cinecittà fece realizzare, ad esempio, via Veneto per La dolce vita (1960) e la Venusia (personaggio fantastico oggi simbolo degli Studi) per Il Casanova (1976), costrutita all’interno del suo Teatro di posa preferito, il numero 5, oggi a lui dedicato. E poi se si pensa a Cinecittà alcuni dei nomi che vengono in mente sono quelli di Franco Zeffirelli, Luchino Visconti, Sergio Leone, Ettore Scola, Nanni Moretti, Claudia Cardinale, Virna Lisi, Sophia Loren, Christian De Sica.

La tradizione cinematografica rimane ancora viva nonostante siano passati tanti anni. Recentemente a Cinecittà è stato girato parte del remake di Ben Hur diretto da Timur Bekmambetov − anche il film del 1959 di William Wyler con Charlton Heston fu realizzato negli Studios – con Jack Huston e Morgan Freeman. Anche Ben Stiller ha scelto il complesso di teatri di posa di Roma per la sua ultima commedia con Owen Wilson, Zoolander 2: i due protagonisti hanno anche approfittato della permanenza romana per pubblicizzare il film, posando come manichini nelle vetrine della boutique Valentino di piazza di Spagna.

Paolo Sorrentino ha inoltre realizzato parte della miniserie con protagonista Jude Law The Young Pope, e anche la grande produzione tv di Sky Italia e Cattleya Diabolik-La serie, tratta dai fumetti delle sorelle Giussani con le scenografie del tre volte premio Oscar Dante Ferretti è stata giurata negli Studios roani.

Gli 80 anni di Cinecittà costellati di grandi successi, italiani e stranieri
Cinecittà

Su idea dell’amministratore delegato Giuseppe Basso, da cinque anni gli Studi sono aperti anche al pubblico con visite guidate ai tre grandi set – il Tempio di Gerusalemme realizzato nel 2014 per il film biblico diretto da Cyrus Nowrasteh The Young Messiah, la Roma Antica ai tempi di Giulio Cesare realizzata per la serie Rome e il set di Firenze del Quattrocento nata per il film tv Francesco ambientato ad Assisi – e alle mostre permanenti, oltre a offrire diverse attività educative per i più piccoli alla scoperta dei mestieri e della magia del cinema.

Senza dubbio Cinecittà ha ancora in serbo delle sorprese per gli amanti del cinema e continuerà a far sognare gli italiani, come è sempre stato.

Andrea Porro per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.