Torna Arts of Italy: OVS tra arte e moda a sostegno di Norcia

Torna Arts of Italy: OVS tra arte e moda a sostegno di Norcia

Emma Marrone con i capi ispirati al Versatoio conservato al Museo degli Argenti

OVS anche quest’anno propone la capsule collection Arts of Italy: dopo il successo dello scorso anno, il brand di moda low cost torna a proporre capi ispirati alle bellezze artistiche d’Italia, presentati da testimonial d’eccezione, ovvero Emma Marrone, Valeria Solarino, Ambra Angiolini, Davide Oldani, Luca Bianchini e Giovanni Veronesi, regista che ha curato anche il cortometraggio relativo al progetto, curato da Davide Rampello anche quest’anno.

Se nel 2016 vi è stata una particolare attenzione al mosaico, quest’anno i protagonisti sono i decori, le pietre dure intagliate in preziosissimi riccioli e fiori (sono previste alcune borse di studio per l’Opificio delle Pietre dure di Firenze), le armature antiche. Le opere a cui si è ispirato il brand sono conservati presso il Museo Poldi Pezzoli di Milano, la Galleria Palatina e il Museo degli Argenti di Palazzo Pitti entrambe a Firenze ed i capi saranno in vendita dal prossimo 20 maggio. Il progetto di quest’anno oltre che un’importante valenza estetica e simbolica, ne ha anche una sociale: insieme alla collezione, è stata lanciata la raccolta fondi per il restauro del dipinto del ‘600 Madonna col bambino in gloria, Santa Scolastica e altri Santi, conservato nella Basilica di San Benedetto da Norcia e purtroppo danneggiato dal sisma della scorsa estate. Sempre nella cittadina Umbra, insieme al Comune, la Regione Umbria e l’associazione I love Norcia, OVS ha organizzato per il 14 maggio una marcia amatoriale a cui tutti sono invitati a partecipare per ricordare e sostenere il paese simbolo del terremoto che ha colpito il Centro Italia. Inoltre in quell’occasione verrà organizzato un mercato dei prodotti locali per sostenere l’economia e la produzione del luogo.

Davide Oldani e la felpa ispirata si resti di armatura da cavallo conservati al Museo Poldi Pezzoli

Il valore di Arts of Italy è notevole per la sua finalità ma anche per il mezzo comunicativo utilizzato: far conoscere le bellezze artistiche italiane nascoste attraverso dei gradevoli capi low cost che ci permettono di portare addosso il valore inestimabile del patrimonio culturale italiano, quindi promuoverlo. Bellezza e storia si uniscono in qualcosa di accessorio come può essere la moda, quindi accessibile a moltissime persone.
A conferma dell’importanza di questa collezione, è arrivato anche il sostegno di Dario Franceschini, ministro dei Beni Culturali:

Ovs Arts of Italy è un’importante iniziativa di collaborazione tra pubblico e privato che coniuga due eccellenze italiane: il patrimonio culturale e la moda. Due mondi sempre più vicini che oggi si uniscono in un’alleanza per il recupero del patrimonio culturale duramente colpito dal sisma del Centro Italia favorendo anche la formazione di giovani restauratori all’Opificio delle Pietre Dure.

Non resta che attendere maggio per potersi vestire d’arte e sostenere la nostra cultura, troppo spesso data per scontata.

Carlotta Tosoni per MIfacciodiCultura

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
By on aprile 14th, 2017 in Articoli Recenti, Carlotta Tosoni, L'Editoriale, Style

RELATED ARTICLES

Leave Comments

due × uno =

Su Facebook

Su Instagram

Su Twitter