Ricordando Teresa Sarti, cofondatrice di Emergency con il marito Gino Strada

0 1.674
Teresa Sarti
Teresa Sarti

Ricordiamo in questo giorno la nascita di una donna speciale, la cui scomparsa ha lasciato un vuoto significativo: Teresa Sarti. Nata il 28 marzo 1946, Teresa Sarti è una studentessa della facoltà di Lettere quando conosce il suo futuro marito, Gino Strada.
Nel 1994 fondano, insieme, Emergency: un’associazione umanitaria che si pone l’obiettivo di portare aiuto alle vittime di guerre e povertà.
Dalla sua fondazione ad ora Emergency ha prestato intervento in oltre 17 ospedali e soccorso circa 8 milioni di persone. Nei vari territori dove agisce l’associazione ha contribuito non solo alla ristrutturazione delle strutture sanitarie preesistenti, ma ha anche edificato nuovi ospedali con centri di riabilitazione, reparti pediatrici, posti di primo soccorso e tanto altro ancora.

Emergency non è solo sanità: è attivamente coinvolta nella promozione dei valori di pace: in questi anni sono state intraprese campagne contro le mine antiuomo e per mantenere l’Italia al di fuori del conflitto in Iraq.

Teresa Sarti
Teresa Sarti e Gino Strada

Nel 2008 è stato elaborato il Manifesto per una medicina basata sui diritti umani che dichiara il “diritto ad essere curato” come un diritto fondamentale appartenente a ciascun essere umano, basato sull’equità e sulla responsabilitá sociale. Al fine di garantire a tutti cure mediche gratuite, Emergency si occupa anche di formare il personale locale fino al raggiungimento della completa autonomia operativa.
Teresa Sarti in tutto questo ha contribuito dividendo il suo tempo tra l’insegnamento e poi, arrivata alla pensione, dedicandosi totalmente all’associazione a titolo volontario.

Nonostante la timidezza e l’aria mite che la contraddistinguevano, viene ricordata come una donna di sani principi, le cui idee sfociavano in una solida concretezza per cercare davvero di cambiare le cose.
Le parole rilasciate in un’intervista qualche anno prima della sua scomparsa ci fanno comprendere il valore di Emergency per Teresa Sarti:

In un filmino si vedevano bambini mutilati, vittime delle mine antiuomo nel Kurdistan. Tra loro c’era Soran che con una gamba sola cercava di giocare a pallone come tutti i bambini del mondo. Nel filato vedemmo Soran che si infilava la sua protesi e correva a giocare a pallone. Questo è Emergency.

Purtroppo questa brillante donna non è conosciuta quanto il marito Gino Strada, il cui nome viene subito collegato all’associazione da loro fondata; nonostante Teresa sia stata presidentessa di Emergency per ben 15 anni, è rimasta leggermente più in ombra rispetto al marito. Chi la conosceva dice che Teresa era la madre, il motore di Emergency e che aiutasse il marito a “mantenere la rotta” nei suoi slanci.

Questo ci conferma che dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna?
Oppure che le donne inevitabilmente finiscono dietro le quinte per tenere in piedi lo spettacolo?

Forse, più semplicemente, ogni grande macchina ha bisogno che i singoli ingranaggi funzionino alla perfezione per ottenere grandi prestazioni.
Quindi, anche se oggi l’emblema più vivido di Emergency è Gino Strada, merita di essere ricordata anche la donna, la moglie e la madre che ha speso energie, tempo, intelligenza e volontà per porre le basi di questa meravigliosa associazione.

Mariachiara Manzone per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.