Ravenna “divina” sui passi di Dante: nasce un parco letterario

0 1.009

Ravenna “divina” sui passi di Dante: nasce un parco letterario

Siede la terra dove nata fui

su la marina dove ’l Po discende

per aver pace co’ seguaci sui.

Inferno, canto V

Ravenna sta come stata è molt’anni:

l’aguglia da Polenta la si cova,

Inferno, canto XXVII

Tal qual di ramo in ramo si raccoglie

per la pineta in su ‘l lito di Chiassi,

quand’Eolo Scirocco fuor discioglie

Purgatorio, canto XXVIII

La tomba di Dante
La tomba di Dante

La città di Ravenna, dove Dante trascorse gli ultimi anni di vita in esilio e dove è sepolto, dedica al Sommo Poeta un Parco Letterario: nel 2014 la Società Dante Alighieri di Roma e Paesaggio Culturale Italiano hanno proposto la creazione di un parco nel territorio dove il poeta ha vissuto, sofferto e narrato, al fine di creare itinerari evocativi della sua presenza in Romagna.

A distanza di tre anni l’iniziativa si realizza grazie al comitato scientifico composto da Ivan Simonini, Presidente del Comitato Ravennate della Dante Alighieri, e Giuseppe Chicchi, già Sindaco di Rimini e Assessore della Regione Emilia Romagna: il progetto è funzionale anche alle celebrazioni del 2021, data che segna i 700 anni dalla morte di Dante. Ravenna, nota al mondo per gli splendidi mosaici bizantini, vestigia del suo antico passato imperiale, ben presto dunque potrebbe diventare anche la meta principale di un «turismo colto di massa, che verterà intorno alla figura di Dante Alighieri, in un percorso costruito su tappe fisiche e immateriali». Con queste parole Ivan Simonini descrive l’obiettivo principale del Parco Letterario le Terre di Dante con sede a Ravenna di cui è neo presidente, il primo e unico dedicato al Poeta.

Il progetto è basato su due binari diversi che possono intrecciarsi oppure viaggiare autonomamente: uno rappresenta la promozione e commercializzazione turistica, l’altro la proposta culturale e scientifica intorno al Poeta. Secondo gli ideatori, i due filoni possono alimentarsi a vicenda dando origine ad un turismo colto legato alla figura di Dante, ai luoghi sia della sua vita sia citati nella Commedia, in un percorso che collega naturalmente Ravenna, l’ultima meta del poeta, a Firenze, Roma, Bologna e Mantova.

Il Parco Letterario le Terre di Dante è stato presieduto fino al 2016 da Giuseppe Chicchi sotto la cui direzione sono state realizzate iniziative significative come Dante in Europa 2016, un tour che ha toccato 5 paesi europei (Germania, Austria, Gran Bretagna, Polonia, Svizzera) e 11 città, in ognuna delle quali è stato portato un evento sulla relazione tra vita ed esilio del Poeta da Firenze a Ravenna.

In relazione alle proposte culturali attuali, Ivan Simonini ha illustrato le proprie: una nuova toponomastica dantesca intitolando una strada a Jacopo Alighieri, il figlio che raccolse gli ultimi 13 canti del Paradiso, la destinazione del Palazzo della Provincia a Casa di Dante e degli studiosi di Dante (circa 500 Società Dante Alighieri nel mondo, con migliaia di appassionati), la ricognizione conservativa delle ossa di Dante e gli studi intorno al suo volto per una nuova iconologia dantesca e infine la creazione di un percorso legato a Pier Damiani, il santo del XXI canto del Paradiso tra Ravenna, Pomposa (Ferrara), Fonte Avellana (Pesaro-Urbino) e Camaldoli (Arezzo).

La responsabile alla cultura di Ravenna Elsa Signorino ha confermato che il Comune sta lavorando con la Regione e il Ministero dei Beni Culturali per definire un quadro di riferimento di ampio respiro per le celebrazioni dantesche del 2021. A Ravenna dunque c’è grande fermento intorno alla figura di Dante: l’anno scorso si sono realizzati numerosi eventi o iniziative sul Poeta e nel 2017 partirà la Trilogia della Divina Commedia ideata da Ravenna Festiva/Teatro, una manifestazione che anticipa Dante 2021.

Tutte queste energie e proposte comporranno il grande Progetto Dante 2021 per identificare Ravenna come città dantesca anche oltre la scadenza delle celebrazioni: un’occasione imperdibile per la città romagnola.

 

Denise Alberti per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.