A Brixton un monumento in memoria del Duca Bianco: partita la campagna di crowdfunding

A Brixton un monumento in memoria del Duca Bianco: partita la campagna di crowdfunding

È trascorso circa un anno dalla morte del grande David Bowie (1947 – 2016) ma l’eco che ne è seguito tra vari eventi, ristampe, concerti e tributi non è affatto calato. Non si può lasciare nel dimenticatoio uno come Bowie, un artista che ha dato tanto nel panorama musicale internazionale e che ha saputo unire diverse generazioni.

Per omaggiare questo grande artista, Brixton, il sobborgo di Londra dove è nato, vuole realizzare un monumento in suo onore. L’opera in questione sarebbe una grande riproduzione in 3D della saetta che adornava il volto della star sulla copertina di Aladdin Sane. Gli organizzatori stanno cercando di raccogliere i fondi per la realizzazione attraverso Crowdfunder: l’obiettivo è 1,2 milioni di euro entro il 21 marzo. Questa meravigliosa saetta sarà chiamata ZiggyZag.

A concepire questa eccezionale opera d’arte è stato un gruppo di artisti che ha pensato di realizzare il celebre fulmine in una versione Magnum: rosso e blu, sarebbe alto circa quanto un palazzo di tre piani. Se la raccolta fondi andasse a buon fine, il monumento verrebbe costruito a cinque vie di distanza da Stansfield Road, dove nacque proprio Bowie. L’intento è quello di fare del monumento la prima cosa che i turisti del quartiere vedranno, sottolineando l’importanza dell’artista e il sentito omaggio della sua zona d’origine.
Partecipando alla campagna, si possono richiedere diverse ricompense, tra cui magliette, stampe in edizione limitata e persino la possibilità di far scrivere il proprio nome sul sito del monumento. Insomma, una vera e propria idea innovativa che non passa inosservata.

Va detto che Brixton ha già reso omaggio in passato al Duca Bianco: ricordiamo che nel 2013 l’australiano Jimmy C ha realizzato un dipinto (anche questo raffigurante Bowie in versione Aladdin Sane), che dai giorni successivi alla morte dell’artista è diventato una sorta di santuario permanente, sempre adornato da fiori portati dai fan. Ma non finisce qui, perché a ricordare la grandezza di questo artista ci ha pensato anche la città di Berlino, nella quale Bowie ha vissuto tra il 1976 e il 1978. Qui, gli è stata dedicata una targa nel distretto di Schoneberg all’esterno dell’appartamento che il Duca Bianco condivideva con Iggy Pop, dove è riportato il testo del brano Heroes. Le autorità cittadine per Bowie hanno fatto uno strappo alla regola, visto che ci vogliono circa cinque anni dalla morte prima di poter erigere una targa commemorativa. Insomma il grande David non è estraneo ad eventi di questo tipo.

Dunque, non si può dimenticare colui che è stato l’inventore del glam rock, la sua natura poliedrica e camaleontica lo hanno portato a reinventare nel tempo il proprio stile e la propria immagine creando numerosi alter ego come Ziggy Stardust, Halloween Jack, The Thin White Duke e Nathan Adler.

Proprio questa sua versatilità, arricchita da un talento fuori dal comune, lo ha portato al grande successo di cui ne vanta ancora oggi un forte affetto e una grande stima da tutto il panorama musicale internazionale. Insomma, un David Bowie non nasce tutti i giorni.

 

Ivana Leone MIfacciodiCultura

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
By on marzo 4th, 2017 in Articoli Recenti, MUSIC

RELATED ARTICLES

Leave Comments

cinque − 3 =

Su Facebook

Su Instagram

Su Twitter