Riapre il Teatro Gerolamo di Milano, la piccola Scala delle marionette

0 1.259

Riapre il Teatro Gerolamo di Milano, la piccola Scala delle marionette

L'ingresso del Teatro Gerolamo in una foto d'epoca
L’ingresso del Teatro Gerolamo in una foto d’epoca

Dopo 33 anni di silenzio è tornata a riempirsi la sala del Teatro Gerolamo, storico teatro di Milano in piazza Beccaria dedicato alle rappresentazioni di marionette.

L’idea di questo teatro così particolare, caso unico in tutta Europa, nasce a metà ‘800 quando gli spettacoli di marionette erano molto in voga: ecco così che nel 1868 viene costruito il Gerolamo, strutturato su due ordini di palchi con capienza di circa 600 persone.

La sua storia, fino quest’anno, è stata però caratterizzata da alterna fortuna: il teatro venne chiuso nel 1957 a causa dello stato di degrado in cui versava, venne poi riaperto da Paolo Grassi nel 1958 e negli anni seguenti ospitò molti nomi noti, come Franca Valeri, Enzo Jannacci, Ornella Vanoni, Dario Fo e Franca Rame. Venne però chiuso una seconda volta nel 1983 per ragioni di sicurezza.

Finalmente la Piccola Scala, soprannome che lo designa da quando divenne il secondo teatro stabile di Milano insieme appunto alla Scala, ospiterà nuovamente le marionette che lo hanno caratterizzato, ma non solo: il calendario 2017 propone avvenimenti di tutti i tipi.

Il 15 febbraio la Compagnia Carlo Colla & Figli ha inaugurato il teatro con la riduzione per marionette del dramma giocoso di Giovanni Bertati Il matrimonio segreto, opera che questa compagnia storica ha presentato ogni anno fino al ’57: erano infatti loro ad essere gestori del teatro dal 1911 nonché compagnia stabile.

Teatro Gerolamo in una foto d’epoca

Il calendario prosegue fino a giugno con nomi e pièce di valore. Dal 24 al 26 marzo troviamo Progetto danza con Luciana Savignano accompagnata da sette ballerini, 10 e 11 aprile invece i pupi siciliani della famiglia Cuticchio in La pazzia di Orlando. Il 10 e 11 maggio sarà ospite il Maggio musicale che con l’Orchestra Verdi, partner del Gerolamo, torna con il suo ensemble LaBarocca, diretto da Ruben Jais, per eseguire Le arie francesi di Cyril Auvity. Altro appuntamento musicale è quello con il jazz di Gaetano Liguori in Confesso che ho suonato, una sorta di autobiografia che si intreccia con la storia del jazz (25 maggio), e il nuovo Non sparate sul pianista, in anteprima al Gerolamo (26 maggio). Ultimo evento fino alla stagione vera e propria, che inizierà nell’autunno 2017, sarà il 14 giugno con Antonio Lubrano affiancato dalla sua compagnia di canto ne Il buffo dell’Opera.

Sicuramente il Teatro Gerolamo è un luogo molto amato dai milanesi (è stato inserito anche nella classifica FAI dei Luoghi del cuore) e sta lentamente rinascendo: speriamo che con la stagione 2017 si mettano le radici per un nuovo periodo di lustro.

Chiara Buratti per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.