Warhol e Basquiat: una mostra a Mantova celebra un grande sodalizio

0 1.485

Warhol e Basquiat: una mostra a Mantova celebra un grande sodalizio

Due approcci all’arte apparentemente inconciliabili, due generazioni differenti, due mondi che si incontrano generando uno dei connubi artistici più celebri della storia. Questo è quanto accaduto nei primi anni ottanta tra Andy Warhol, artista celeberrimo e lume tutelare della Pop Art americana, e Jean-Michel Basquiat, giovane writer che vende cartoline per qualche soldo lungo le strade di Manhattan. La mostra fotografica Andy Warhol e Jean-Michel Basquiat – Dalla Pop Art alla Street Art all’interno del Mantova Outlet Village racconta il rapporto tra i due artisti

Negli anni Cinquanta Andy Warhol era un abile pubblicitario che lavorava per Vogue e Glamour, forse già presagendo gli sviluppi di quella che sarebbe stata l’ispirazione della sua arte futura. Adorava tutto ciò che era “commerciale”, popolare, mainstream (come diremo noi oggi): dalle icone pubblicitarie, alle immagini diffuse sui giornali, dalle foto di Marilyn alla Gioconda.
In vent’anni passò dall’essere un semplice pubblicitario di origini slovacche all’essere il maggior esponente dell’arte americana post bellica e del boom economico. Warhol radunò attorno a sé una fabbrica di idee e talenti, come un grande maestro del passato con la sua bottega: ogni suo passo creava lo scenario per un nuovo successo. Oltre a produrre opere d’arte attraverso la serigrafia, i collage e le pellicole, rese la sua stessa vita un’opera d’arte mediatica e qualunque cosa toccasse diventava oro. Basti pensare alla innumerevole lista di nomi che contribuì a rendere celebri: Lou Reed, Nico dei Velvet Underground, Edie Sedgwick, Truman Capote e, all’inizio degli anni Ottanta, anche Keith Haring e Jean-Michel Basquiat.

Warhol e Basquiat: una mostra a Mantova celebra un grande sodalizioL’incontro con quest’ultimo fu casuale. Andy Warhol, a caccia di nuove idee, si scontra con la New York suburbana di SoHo, popolata da schiere di writers, artisti di strada e murales, incontrando un giovane poco più che ventenne proveniente dalla downtown.

Il linguaggio artistico di Basquiat è molto diverso da quello di Andy Warhol: rude, selvaggio, si rifà all’Art Brut di Dubuffet ma con componenti scritte. Jean-Michel proviene infatti dal sodalizio artistico con il graffitista Al Diaz, con il quale compone il duo SAMO, letteralmente Same Old Shit (sempre la stessa merda). Ed è con questa tag (scritta-firma) che i due si firmano ovunque sia possibile a New York.

Andy sottrae il giovane artista dai passaggi sotterranei della metro per portarlo letteralmente alla luce. La loro arte si fonde in lavori a quattro mani che uniscono la stampa commerciale, tipica di Warhol e i segni brutali di Basquiat. In pochissimi anni Jean-Michel diventa un astro del panorama artistico globale, riuscendo a portare il graffitismo nelle più prestigiose gallerie d’arte.

Il rapporto tra Andy e Jean-Michel è quasi simbiotico, l’uno cerca di salvare l’altro, senza mai riuscirci. Nel 1987 Andy Warhol, a seguito di complicazioni dovute ad un intervento, si spegne all’età di cinquantanove anni, lasciando il giovane Basquiat alle prese con la sua sempre presente dipendenza dalle droghe. Un anno dopo Basquiat muore per overdose, concludendo la sua parabola come una meteora dell’arte.

Questi due artisti continuamente celebrati, che con le loro opere abitano i più importanti musei del mondo, si ritrovano ora, rivivendo nelle loro istantanee più belle, tra la gente comune, in un luogo dedicato agli acquisti, ai saldi, al consumo.

Sicuramente Andy Warhol sarebbe felice di vedere la sua arte allo stesso livello espositivo di un capo di abbigliamento scontato, ma siamo davvero sicuri che un centro commerciale possa rendere omaggio a due grandi artisti?!
ONO Arte Contemporanea e Mantova Outlet Village ci provano, con una mostra che svela gli attimi meno conosciuti dei due artisti americani, dedicando più spazio al grande nome che all’approfondimento del rapporto tra due menti diverse.

Andy Warhol e Jean-Michel Basquiat – Dalla Pop Art alla Street Art
A cura di ONO arte contemporanea
Mantova Outlet Village, Bagnolo San Vito (MN)
Dal 8 gennaio 2016 al 5marzo 2017

Federico Rodegher per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.