Mostre 2017: da Caravaggio a Dürer, in arrivo grandi artisti

0 1.148

Mostre 2017: da Caravaggio a Dürer, in arrivo grandi artisti

titolo_scheda_10-caravaggioIl 2017 è ormai alle porte e per gli amanti dell’arte si prospetta un calendario ricco di mostre di grande risonanza, senza dimenticare quelle esposizioni che ci accompagneranno nel passaggio dal vecchio al nuovo anno: da Artemisia Gentileschi a Van Gogh Alive, da Rubens a Hopper, dai Nabis al ritorno a casa de La Venere di Urbino.

Seppur i programmi delle città italiane non siano del tutto ancora definiti, è però possibile dare un’occhiata e farsi un’idea di cosa potremo ammirare nel nuovo anno.
Innanzitutto Palazzo Martinengo di Brescia esordirà dal 21 gennaio con una mostra dedicata ai 100 capolavori dell’arte italiana dal neoclassicismo fino a Boldini: l’esposizione, dal titolo Da Hayez a Boldini. Anime e volti della pittura italiana dell’Ottocento racconterà la stagione straordinaria che visse l’Italia nel corso del XIX secolo.
Invece Milano spalancherà le porte del Palazzo Reale che vedrà nei suoi ambienti opere di artisti che hanno fatto grande la storia dell’arte italiana e internazionale: si inizia con Dentro Caravaggio che ci condurrà alla scoperta delle novità emerse dagli ultimi studi condotti dal Comitato Nazionale per il IV centenario dalla morte di Caravaggio, per poi passare a Toulouse Lautrec, in un viaggio tra giapponismo e fotografia. Tra le mostre in programma c’è anche quella che vede protagonista Albrecht Dürer in Dürer e il Rinascimento fra la Germania e l’Italia, prima grande monografica che Milano dedica al genio grafico e maggior interprete nel momento di massima apertura verso l’Europa. E non dimentichiamoci di Manet e la Parigi moderna, che intende mettere in risalto quanto innovativa sia stata la concezione dell’arte di Manet e quanto i suoi contemporanei lo considerassero un caposcuola.

clemente-amedeo-modiglianiDal 15 marzo si potranno percorrere le tappe principali della breve e feconda carriera di Modigliani al Palazzo Ducale di Genova: l’esposizione intende mettere in rilievo il rapporto che il giovane ha intrattenuto con la scultura antica ed extra-europea, ma anche affrontare la sua attenzione per il ritratto. Le sorprese non finiscono qui perché Palazzo Ducale ospiterà anche una mostra su Picasso, continueranno le esposizioni dedicate ad Andy Warhol e ampio spazio sarà lasciato alla fotografia d’autore con i 140 scatti di Henri Cartier-Bresson.

Da Nord a Sud, a Catania dal 18 marzo si potrà ammirare a Palazzo della Cultura la mostra dedicata ad Escher che avrà il suo esordio a Madrid e lo stesso giorno a Parma, presso la Fondazione Magnani Rocca, verranno esposte più di 100 opere del poliedrico Fortunato Depero in Depero il Mago. Sempre in Emilia Romagna, da segnalare ai Musei San Domenico di Forlì la mostra Art Déco. Gli anni ruggenti in Italia che verrà inaugurata l’11 febbraio.
Facciamo un salto a Roma, che dal 28 marzo ospiterà l’esposizione triennale delle arti visive nel Complesso del Vittoriano che avrà successivamente in mostra le opere di Botero e di Monet.
Nelle stanze di Palazzo Albergati a Bologna, Joan Mirò sarà in mostra ad aprile: un percorso tra opere e documenti per rendere omaggio al “più surrealista dei surrealisti”.

Ecco servito un assaggio di ciò che ci delizierà nei primi mesi del nuovo anno, in attesa di scoprire quali saranno le mostre che seguiranno nel periodo autunnale.

A tutti voi appassionati di arte, stay tuned!

Rosa Araneo per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.