Back toDay. 29 dicembre

0 1.001

Back toDay. 29 dicembre

Ieri parlavamo di un intellettuale prestato alla Rivoluzione, Lunačarskij. Oggi troviamo, sempre in ambito rivoluzionario, due pittori: il primo è il muralista messicano David Alfaro Siqueiros, che nasceva oggi nel 1896; il secondo è Jacques-Louis David (1748-1825), che stette con Robespierre fino alla fine. O meglio, si scostò giusto prima che la ghigliottina cadesse sul collo del capo giacobino.

29 dicembre #2Siqueiros, aderente al “realismo sociale” propagandato da Zdanov che castrò l’arte in Russia, si adoperò a distanza per la causa stalinista organizzando una “battuta di caccia”, nel maggio 1940, ai danni di Trotsky, la cui fuga si era malauguratamente orientata verso il Messico (dove sarebbe stato ucciso da Ramon Mercader nell’agosto dello stesso anno).

David, che morì il 29 dicembre 1825, invece, si lasciò infiammare da molte passioni diverse: firmò i suoi primi successi (come Il giuramento degli Orazi) sotto Luigi XVI, del quale più tardi avrebbe richiesto la testa. Dopo aver disegnato persino i costumi per i Repubblicani, si trovò a dipingere i peli dell’ermellino che ammantava il suo Imperatore Napoleone. Dopo che anche quest’ultimo fu fuori gioco, restò a Bruxelles rifiutando di mettersi al servizio della monarchia ripristinata.

Cambiare casacca solo tre volte di questi tempi sembra indicativo di una grande coerenza!

Sposarsi a varie cause / è ben più intelligente

che far lo zdanovista / lealista e intransigente.

[Sì, Siqueiros, ce l’ho con te]

Andrea Meroni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.