Film “anti-cinepanettone”: consigli all’insegna dell’originalità

0 1.030

Film “anti-cinepanettone”: consigli all’insegna dell’originalità

aquariusIl cinema in questo periodo dell’anno sembra una tappa obbligata, le sale sono più piene del solito ma il più delle volte la scelta ricade su cinepanettoni, commedie leggere e film di poco spessore.
Quest’anno però il palinsesto cinematografico natalizio dà anche titoli diversi, variegati, nuovi ed importanti, rilevanti sia a livello stilistico che concettuale. Film che sono l’anti-cinepanettone: fanno riflettere ed emozionare con storie significative e pulsanti che raccontano il presente ed il passato.

Tra questi ci sono Aquarius, Naples ’44 e Captain Fantastic: scegliendo uno di questi titoli il vostro periodo di feste non sarà riempito da contenuti buonisti e superficiali, propri di questa fase dell’anno.

Aquarius è un film brasiliano, in concorso a Cannes 2016, del regista Kleber Mendonça Filho ed ha il sapore della memoria e allo stesso tempo della denuncia sociale. Con la bravissima Sonia Braga nei panni di Clara, sessantenne ex critica musicale: una donna forte sopravvissuta ad un tumore al seno, è circondata da amicizie e vinili e combatte per salvare la sua casa dalle imprese edili che vogliono a tutti i costi comprarla. Il film Aquarius ci dà un ritratto di questa donna della sua grande sensibilità femminile, del suo vivere senza tabù e del suo godersi la vita ed insieme credere nella famiglia e nella solidarietà. Questa pellicola fornisce svariati spunti di riflessione, permettendoci di fare un viaggio dentro noi stessi, rivedendo il nostro senso della giustizia e del coraggio.

naples_locSe vogliamo fare un salto nel passato, seppur sempre attuale, consigliamo Naples ’44, il film documentario di Francesco Patierno ispirato ad  un libro di Norman Lewis, ufficiale inglese che partecipò allo sbarco a Salerno per liberare Napoli. Attraverso immagini di repertorio dell’Istituto Luce, ritroviamo una Napoli distrutta, dove la gente cerca di barcamenarsi in una situazione di precarietà e miseria. È uno sguardo vivo e attento sulla città, su come il popolo “tira a campà”, su come la guerra cambi le persone e le situazioni. La Siria ne è un esempio attuale che ci fa orrore e scavare nella nostra memoria storica è un modo per capire i nostri giorni e gli stati d’animo della gente che vive situazioni atroci ed estreme, sempre ad un passo dalla morte e dalla distruzione. La narrazione del dolore in Naples ’44 è scarna nella vera formula documentaristica e non ci si perde in facili patetismi: il dolore, la miseria, gli umori delle persone ci vengono restituiti per quello che sono.
Naples ’44 è un film che con la nostra Storia ci permette di guardare attraverso una lente d’ingrandimento reale e sincera gli avvenimenti di oggi e le varie guerre in corso nel mondo.

captain_fantasticCaptain Fantastic (2016) è un film rivoluzionario e ambientalista, diretto da Matt Ross e interpretato magistralmente da Viggo Mortensen, nella parte di Ben, padre di sei figli che educa in maniera alternativa nella foresta del Nord America, facendogli conoscere le scienze, la fisica quantistica e la letteratura, rifiutando il Natale e festeggiando il compleanno di Chomsky. Alla morte della mamma dei ragazzi, da tempo malata psichicamente, dovranno fare un viaggio nella cosiddetta “normalità” scontrandosi con un mondo non pronto alla loro trasformazione interiore e esteriore. Captain Fantastic è l’anti-cinepanettone per eccellenza poiché scardina l’ideale tipica di famiglia, dando un nuovo parametro alle cose e mostrando come il vivere felici non sia per forza legato ai beni materiali ed alle consuetudini moderne.

In questo periodo di feste è bene confrontarsi con le varie proposte che il cinema offre da quelle prettamente basate sull’happy end a quelle più impegnate e originali che ci donano spunti di riflessione e critica anche circa il contesto odierno e i problemi tipici del nostro vivere, alle soglie del 2017.

Guardare film che allargano i nostri orizzonti e ci danno una nuova visione di insieme delle cose non potrà che arricchirci e darci la carica giusta per affrontare il nuovo anno con occhi altrettanti nuovi.

Margherita Adduci per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.