Back toDay. 24 dicembre

0 862

Back toDay. 24 dicembre

L’insegnante balla con tutto il Presepe oppure Zucchero, miele, incenso e mirra: questi son24 dicembre #2o alcuni dei pochi titoli che la premiata ditta Lino Banfi/Alvaro Vitali/Renzo Montagnani, coordinata da Sergio Martino, non ha “regalato” al pubblico italiano nel periodo, a cavallo tra anni ’70 e ’80, in cui la commedia sexy spopolava. Sotto una certa soglia di cattivo gusto non sono mai scesi (e sì che nella filmografia di Alvaro Vitali si segnalano titoli come La liceale nella classe dei ripetenti oppure Dove vai se il vizietto non ce l’hai?). Ma com’è conciliabile tutto ciò con questa giornata, la Vigilia del Santo Natale?

Per un buffo caso nasceva proprio sessantotto anni fa Edwige Fenech, il “quarto moschettiere” della ditta sopraelencata (anche se la protagonista di L’insegnante balla con tutta la classe era Nadia Cassini). Ma non è lei l’unica festeggiata inaspettata della Vigilia… ancora più bizzarro appare il minaccioso e corvino cantante dei Motörhead, Lemmy Kilmister, neo-settantunenne. Benché i doni che Lemmy porterebbe alla Sacra Famiglia rischino di essere altamente fuori luogo (per non dire illegali), sarebbe interessante ascoltare la sua voce logora che si cimenta con Venite adoremus.

Insomma, in questa data non sono nati solo personaggi “plausibili” come Sant’Ignazio di Loyola (1491-1556), fondatore della Compagnia di Gesù… tanto più che anche Sant’Ignazio fino alla sua conversione amava le gozzoviglie cavalleresche, duellava, frequentava le groupies

Non conta aver curricula / specchiati e immacolati:

non c’era lì a Betlemme / la lista di invitati.

Andrea Meroni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.