“Free State of Jones”: McConaughey diventa il paladino del Mississippi

0 714

Free State of Jones: McConaughey diventa il paladino del Mississippi

Free State of Jones: McConaughey diventa il Robin Hood del MississippiIl film Free State of Jones di Gary Ross (il regista del primo Hunger Games e Seabiscuit) è uscito da poco nelle sale cinematografiche italiane. La pellicola, ambientata durante la guerra di secessione, racconta la vera storia di Newton Knight, contadino e soldato del Mississippi che dopo essere stato testimone di numerosi soprusi, raccoglie attorno a sé altri agricoltori, schiavi e donne di razza bianca e nera e si ribella all’esercito degli Stati Confederati. Knight divenne la figura guida di una storica rivolta armata che portò la Contea di Jones, Mississipi, a separarsi dagli Stati della Confederazione e a creare lo Stato libero di Jones. Sposò una ex schiava dando vita alla prima comunità mista della regione.
Knight rappresenta uno dei primi “giustizieri sociali” della Storia americana e grazie alla sua forte volontà e senso di uguaglianza riuscì a mettere le basi alla società multirazziale che conosciamo oggi .

Ross ha rappresentato egregiamente le diverse fasi di vita e sviluppo del movimento rivoluzionario nel durante e nel dopoguerra.

Free State of Jones: McConaughey diventa il Robin Hood del MississippiA vestire i panni dei protagonisti sono: il premio Oscar Matthew McConaughey, che mostra anche in questo film tutto il suo talento e la sua versatilità interpretativa (tra l’altro c’è una certa somiglianza con il vero Newton Knight), Gugu Mbatha-Raw (La Ragazza del dipinto), Keri Russell, Mahershala Ali, Sean Bridgers, Gary Grubbs, Jacob Lofland, Joe Chrest e Jessica Collins.

Gary Ross si affida alla brillante interpretazione di McConaughey per raccontare gli atti eroici di un uomo coraggioso che portò fino in fondo i propri ideali. Al contempo non manca lo spessore emotivo degli altri personaggi principali e secondari.

Il regista, parlando della figura del disertore dell’esercito sudista che guidò un gruppo di ribelli durante la guerra di secessione, mette in luce aspetti poco conosciuti della storia americana. Il suo obiettivo è quello di portare sul grande schermo l’importanza degli ideali di uguaglianza e libertà. I temi dell’odio razziale e della lotta sociale si fanno avanti anche dopo la battaglia condotta da Knight.

Free State of Jones: McConaughey diventa il Robin Hood del MississippiFree State of Jones alterna il racconto della storia del contadino ribelle ad alcune immagini del 1948, quando il pronipote di Newton, Davis Knight (Brian Lee Franklin), viene accusato di matrimonio misto a causa della parentela con la schiava nera Rachel. Knight appariva bianco, ma secondo la legge del Mississippi contava come nero chiunque avesse almeno 1/8 di “eredità” afro-americana. Il pronipote di Newton fu condannato a cinque anni di prigione nel 1948 da una corte del Mississippi. La Corte suprema dello Stato si oppose a quella decisione, sostenendo che non c’era modo di appuare che Knight si potesse considerare nero, nemmeno per 1/8.

Questo film, che fa parte delle pellicole dedicate alla Storia americana, riesce a contraddistinguersi sia dal punto di vista emotivo che culturale, senza fare un’apologia degli Stati Uniti d’America, anzi.

Essere liberi non significa solo sbarazzarsi delle proprie catene, ma vivere in un modo che rispetta e valorizza la libertà degli altri.

Nelson Mandela

Fabiola Iannaccone per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.