Back toDay. 28 novembre

0 984

Back toDay. 28 novembre

28-novembre-2«Proprio tu, Idaho?». Nel film televisivo La seconda guerra civile americana, Joe Dante – il festeggiato neo-sessantanovenne della giornata – presenta uno scenario futuribile che vede gli Stati Uniti, all’apogeo della multi-etnicità, preda di una baraonda di dimensioni consistenti, in teoria, essendo il film del 1997, quella baraonda avrebbe potuto essersi già verificata, ma per il momento non è ancora (ri-)successo che uno stato si disunisse dichiarando la propria secessione; in particolare l’Idaho – la cinquantesima stella che nel film sembrerebbe votata a una assurda ribellione – è da parecchio che non dà notizie di se stesso da questa parte dell’oceano.

A proposito di “lotte intestine”, oggi è anche l’anniversario della nascita di Ernst Rohm, classe 1887, il comandante delle SA, le Squadre d’Assalto che Hitler usò e poi spazzò via nella famosa Notte dei lunghi coltelli (2 luglio 1934). Luchino Visconti, ne La caduta degli dei (1969), ha collocato il momento dello sterminio dei para-militari al termine un orgione omosessuale; Rohm, dal canto suo, era in effetti omosessuale, ma Hitler casualmente se ne accorse solo quando scoprì il suo presunto alto tradimento.

E sì che la sua vezzosa scriminatura al centro della testa parlava da sola…

“Al Fuhrer mio adorato / mai più darò del tu,

e muoio nel rimpianto / del grande amor che fu”.

Andrea Meroni per MIfacciodiCultura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.